Alex Chinnek e i suoi edifici che sembrano usciti da un mondo parallelo fantastico

69

Per definizione, anche se limitante, Alex Chinnek è uno scultore, di fatto le sue opere raccontano quanto sapere e quanta maestria scorre nelle mani e nella mente di questo artista che è si uno scultore, ma con profonde conoscenze in campi come l’architettura e l’ingegneria.

© Alex Chinnek

Le sue opere sono tutte particolari e di grande impatto visivo. Dal traliccio che arriva a terra come fosse una freccia, alla casa con la facciata che sembra scorrere verso il basso, scivolando come fosse una cosa normale.

Le opere di Chinnek raccontano perfettamente la libertà concettuale della fantasia dell’autore. Alex non si limita a creare su un supporto, a personalizzare uno spazio o a esprimere un concetto racchiudendolo in una cornice, no. Alex Chinnek sfida le leggi della fisica (almeno apparentemente) creando installazioni che sappiano affascinare e portare lo spettatore ad un livello di stupore nuovo.

L’opera più grande realizzata dall’artista. 17 metri di pura fantasia. Realizzata per la design week 2019 a Milano

Nell’era in cui la realtà virtuale si presenta come la futura dominazione in tema di intrattenimento e ispirazioni, l’arte di Chinnek dimostra con semplicità quali siano i potenziali della conoscenza applicata alla fantasia ed espressa in opere tangibili.

Sembrano semplici finestre rotte e invece…
guardandole da vicino si nota come l’artista le abbia rotte tutte allo stesso identico modo, montandole poi sul supporto finale. Un’opera enorme in tutti i sensi.
Sembra impossibile solo a vedersi…invece grazie a una ampia base in acciaio sotterrata l’effetto è servito.
Sembra tutto normale? Guardate bene, la facciata di questi appartamenti è praticamente capovolta.

Fonte: Instagram