Quando si tratta di amore o sentimenti in generale, è interessante misurare come a seconda di dove venga trattato l’argomento, le opinioni cambino, anche se non si discostano troppo. Quando si tratta un argomento in rete, la morale viene prima del sentimento. Questo avviene, forse, perché è davvero difficile parlare di sentimento attraverso una tastiera su un social. I sentimenti puoi provarli facilmente ma non descriverli con la stessa semplicità. Con la morale avviene l’esatto contrario: giudicare da una tastiera è la cosa più semplice al mondo.

La storia di Ana e Texie ne è un esempio lampante di amore ed hater online.

La cosa che proprio non va giù agli hater online è la statura di Texie. La donna soffre di una malattia rara conosciuta come la sindrome di Kenny-Caffey, una malattia che colpisce la crescita dello scheletro del soggetto che ne soffre. In poche parole, Texie nonostante sia una donna matura, ha l’aspetto di una bambina.

Ana e Texie, la coppia lesbo criticata perché "lei sembra una bambina"

Le persone credono che dietro la scelta di Ana, che ha conosciuto Texie durante una giornata lavorativa mentre la truccava, ci sia una qualche perversione alimentata proprio dalla sua condizione. Ma cos’è una perversione quando si parla di amore e cosa è normale?

Ana e Texie, la coppia lesbo criticata perché "lei sembra una bambina"

L’amore è il sentimento per antonomasia con cui l’uomo può esprimere e vivere la propria libertà. Per questo amare non è una cosa scontata. Prima di potersi dire innamorati bisognerebbe sapersi riconoscere liberi. È come amare viaggiare e saperlo fare anche senza un tour guidato. Diversamente puoi dire di amare i tour guidati e non il viaggio di per se, con tutte le difficoltà e le sorprese che una landa lontana può portare.

Ad oggi le due donne vivono la loro vita in modo tranquillo, con Ana che fa forza a Texie nel resistere agli attacchi continui e facili di chi alimentato dalla noia vuole rendere piatto tutto ciò che lo circonda così da essere abbinabile alla propria vita.

Ovviamente la cosa ha creato molto rumor online, e con esso è arrivata anche la fama. Attualmente Texie conta infatti 5 milioni di persone che la seguono su Tik Tok. Trasformare l’odio altrui in soldi in rete è fin troppo facile, anche se bisogna sempre tenere conto che non siamo oggetti ma persone e ogni colpo ricevuto possiamo si dire di non esserci fatti male, ma comunque rimane un colpo ricevuto.

È plausibile pensare come l’amore, quando incontra il denaro, perda di essenza in modo naturale. Per amore verso la libertà di pensiero, è plausibile pensarlo.