Questa piccola isola nel mare Adriatico, al largo della costa Croata, ha conquistato il web. Situata nell’arcipelago di Sibenik, questa piccola isola di un chilometro quadrato e mezzo, è completamente ricoperta da una rete di muri a secco.

Se vista dall’alto, l’isola di Baljenac, (scritta anche Bavljenac), di forma ovale, sembra un’impronta digitale gigante grazie alle lunghe file di muretti a secco che ricordano le scanalature della pelle.

Baljenac, l'isola Croata che sembra un'impronta digitale enorme

Come molte nazioni dell’Europa occidentale come l’Irlanda , l’Inghilterra e la Scozia, gran parte della campagna e della costa della Croazia è abbracciata da muretti a secco. Queste costruzioni risalgono a molti secoli fa, furono storicamente utilizzate per delimitare i confini tra terreni agricoli adiacenti. I muri sono costruiti senza malta per tenere insieme le pietre. I muretti sono formati da pietre incastrate una ad una e scelte accuratamente dai saccenti costruttori dell’epoca. In questo modo potevano facilmente essere rimossi o potevano cambiare posizione all’occorrenza.

Baljenac, l'isola Croata che sembra un'impronta digitale enorme

Per coltivare i terreni rocciosi, i contadini raccoglievano meticolosamente le rocce dal terreno e poi le usavano per costruire muri attorno a trame geometriche, creando, in alcuni casi, una griglia che si estendeva per chilometri.

A Baljenac, un’isola lunga appena mezzo chilometro, le mura si estendono per 23 chilometri.

Baljenac, l'isola Croata che sembra un'impronta digitale enorme

Di recente, il governo croato ha spinto l’UNESCO a includere l’isola e i suoi muretti a secco nella lista dei Patrimoni dell’umanità.

Oltre a delimitare i confini agricoli, le mura aiutano a proteggere l’orto dai forti venti.

Baljenac, l'isola Croata che sembra un'impronta digitale enorme

Fonte: Wikipedia

Ultimo aggiornamento: 15 Agosto 2022