Nonno affetto da vitiligine realizza bambole “a chiazze” per far alzare l’autostima dei bambini malati

44

Se c’è qualcosa che per antonomasia è il fulcro della perfezione nei giocattoli, questa è la bambola. Comprare una bambola diversa significa dare al bambino la possibilità di fantasticare tenendo conto che ciò che ha in mano sia anch’esso “normale”.

Nella storia le prime bambole, ad esempio, avevano solo la pelle bianca (almeno quelle prodotte in massa), poi con l’evolversi del tempo hanno cominciato a capire che ogni genere, ogni persona e ogni bambino voleva una bambola che lo rappresentasse per ciò che è. Nascono così le bambole con svariati colori di pelle o altri particolari utili a farle assomigliare ai bambini che ci giocheranno.

C’è un nonno in Brasile, si chiama João Stanganelli, ha circa 65 anni e nella vita ha subito quelle che sono le conseguenze di una malattia diffusa, conosciuta ma terribile sul lato estetico: la vitiligine.

Non ne ha sempre sofferto, bensì la malattia ha cominciato a farsi vedere quando aveva 38 anni, da li in poi è stato un peggiorando giorno dopo giorno. Per non impazzire e non arrendersi agli anni e alla malattia ha deciso di chiedere a sua moglie di insegnarli a fare l’uncinetto, così da avere qualcosa a cui dedicarsi e con cui tenere impegnato il cervello.

João Stanganelli

Dopo soli 5 giorni realizza quella che è la sua prima bambola e da li in poi non si è più fermato. La particolarità delle sue bambole sta nel fatto che hanno la vitiligine. L’idea gli è nata quando ha pensato di regalarne una a sua nipote, per non creare differenze e scongiurare eventuali pregiudizi da parte della bambina, una bambola con “la pelle del nonno” è risultata un’idea grandiosa.

Le differenze creano ricchezza, sono i paragoni ad essere pericolosi per la povertà che sanno instaurarti Condividi il Tweet

Le sue bambole aiutano oggi decine di bambini affetti dallo stesso problema ad accettarsi.

bambole vitiligine

João Stanganelli per arricchire la sua offerta realizza anche, oltre alle bambole con la vitiligine, anche delle bambole su sedia a rotelle o non vedenti. Nessuno escluso, sempre.

Fonte: Instagram


31 trucchi creativi per genitori di bambini monelli