Seguimi su Facebook

Il calcio negli ultimi anni sta diventando sempre di più uno sport per uomini depilati pronti a fingere una caduta rovinosa quando c'è odore di fallo. Condividi il Tweet

Non è una novità vedere giocatori che per il minimo contatto cadono a terra stramazzando come dei gattini appena nati. Il calcio però non è sempre stato così, c’era un tempo dove ci si affrontava duramente, come in una partita di Rugby, senza perdere le staffe e concludendo con una partita dal risultato sportivo perfetto.

Qualche anno fa è nata una versione alternativa del calcio, durata solo pochi anni e destinata a uomini che non hanno paura di nulla, nemmeno di una pistola elettrica. Si chiamava Ultimate Tazer Ball ed era talmente estremo come sport che non è sopravvissuto fino ad oggi.

Ma in cosa consiste l’Ultimate Tazer Ball? Ci sono due squadre da 5 giocatori l’una. Si gioca con una palla di circa 1 metro di diametro. Il giocatore che possiede la palla deve riuscire a scappare dagli altri che possono inseguilo e colpirlo con un colpo di pistola elettrica, il taser per l’appunto. Missione fare goal nella porta avversaria.

Si gioca con mani e piedi indistintamente e non sono ammesse paure in campo. Inventato da Leif Kellenberger, Eric Prum e Erik Wunsch, questo sport è durato solo qualche anno poiché ritenuto troppo pericoloso e estremo. Le pistole sono calibrate per dare delle scosse stordenti e nulla di più. La scarica ricevuta è più bassa di quella che riceveresti per essere fermato da un agente di sicurezza pubblica ad esempio, serve solo a stordirti leggermente e buttarti a terra.

Per non dimenticare, ecco un trailer perfetto di quello che è stato Ultimate Tazer Ball (conosciuto anche come Ultimate Tazer Soccer). Dal 2015 non esistono più prove che questo sport sia sopravvissuto, sempre che qualcuno non decida di farlo resuscitare.

Fonte: Wikipedia