Dove non arrivano le parole, c’è chi spera che arrivi l’arte.

Rajesh Babu, un ufficiale di polizia della città di Chennai, capitale dello stato del Tamil Nadu, sta facendo il giro del web grazie a una sua personale iniziativa volta a ridurre il traffico per le strade della sua città.

Nonostante siano più di 20 giorni che si chiede alla cittadinanza di restare a casa, la maggior parte di persone sembra non prendere seriamente l’avvertimento delle istituzioni, continuando a uscire di casa quasi come se niente fosse.

Se calcolate il fatto che stiamo parlando di una nazione che ha 1,3 miliardi di persone, potete immaginare il danno potenziale che un comportamento così può provocare. Una strage praticamente.

Per questo motivo Rajesh Babu, aiutato da un artista locale che si chiama Gowtham, ha realizzato un casco a forma di Coronavirus da indossare mentre pattuglia le strade.

Il senso della sua iniziativa sta nel cercare di “spaventare” letteralmente le persone portandole a un livello di coscienza del pericolo che probabilmente le comunicazioni istituzionali non sono ancora riusciti a trasmettere.

La cosa sembra anche funzionare, sono molti i bambini che alla vista di questo poliziotto con in testa un virus gigante, si spaventano da morire e chiedono ai propri genitori di tornare subito a casa.

Un’idea che potrebbe sembrare farlocca e di cattivo gusto, ma di fatto non lo è. In una nazione dove le persone credono più ai simboli che alle persone, trasformarsi in simbolo per proteggere le persone non è affatto una cattiva idea.


Se non avete intenzione di uscire da casa e farvi fermare da un poliziotto così ma non volete rinunciare a proteggervi come si deve, sappiate che un’accessorio simile potrebbe aiutarvi a farlo.

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.