chemsex

Parlare di sessualità è importante quanto parlare di storia. Il sesso è uno dei tabù che ancora oggi fatichiamo a risolvere in modo soddisfacente. Se pensate infatti al traffico web e ai guadagni che genera il mercato della pornografia vi renderete subito conto che è qualcosa di spaventoso.

Tutto questo non succede perché il mondo è abitato da migliaia di depravati, al contrario, succede poiché il mondo è abitato da milioni di persone convinte di cavalcare la “normalità”, ben armate di moralità di fronte a qualcosa che tocchi la loro idea di sesso o di qualsiasi cosa altra.

I mostri nascono quando qualcuno crea il loro nome. Se un giorno ad esempio non andrà più di moda bere il caffè senza zucchero, pian piano chi continuerà a farlo si sentirà diverso, escluso e conseguentemente anche un po mostro.

Per questo vivere in una società così limitata sulla questione sessuale può portare a crescere con dei limiti che nemmeno la forza di volontà riesce a superare.

La libertà però è come il sole, possono oscurartela ma saprai comunque che esiste. Ecco perché la cerchiamo sempre, perché sappiamo che esiste, ne sentiamo il calore, ne immaginiamo la luce. Condividi il Tweet

C’è chi questa libertà di vivere la propria sessualità la trova in un fenomeno, fondamentalmente contemporaneo, chiamato Chemsex.

I Chemsex sono feste private per soli uomini gay, o bisex, dove si consuma droga di tutti i tipi, compresa quella dello stupro.

Chemsex

Il fenomeno nasce negli anni 80/90 in Inghilterra e grazie all’avvento dei social network, ma sopratutto delle app di messaggistica come Whatsapp e Telegram, oggi esplode praticamente in tutto il mondo. Il nome del fenomeno parla chiaro in quanto la parola chem altro non è che la parola chemistry abbreviata, che in inglese significa appunto “chimica”, da qui nasce chem-sex, ovvero sesso chimico.

L’estasi portata da un’orgia è indubbiamente più attraente di un appuntamento al buio con uno sconosciuto. Si usano le droghe per essere più disinvolti e avere meno paura del prossimo, in un certo senso. Il fatto di essere tutti insieme rassicura. Molti valutano questo fenomeno negativamente, ed hanno ragione data la presenza delle droghe che fanno bene solo alle tasche di chi te le vende.

Sulla questione sessuale però c’è poco da dire, chi critica offendendo potrebbe essere un attimino invidioso di chi riesce a trovare l’estasii sessuale con persone dello stesso sesso pronte a trovarsi per un’orgia da fare tutti insieme senza nemmeno troppi fronzoli.

I Chemsex sono si fenomeni moderni, ma con delle radici che vanno indietro nella storia. Un caso in particolare potrebbe essere (e attenzione al fatto che ho detto potrebbe) la festa in casa che Freddy Mercury organizzò per le riprese di Living On My Own, in versione originale.

Gli elementi, effettivamente, ci sono tutti.

I Chemsex sono organizzati per la maggior parte delle volte in abitazioni private, mai locali o luoghi pubblici. Si rispetta quella che è l’anima underground del fenomeno.Le droghe usate all’interno sono praticamente tutte, primeggiano però droghe come la metanfetamina, il mefedrone (conosciuto anche come Miao Miao) o la GHB\GBL, conosciuta meglio come la droga dello stupro.

Trattandosi di droghe molto pericolose, il fenomeno stesso diventa pericoloso, almeno sotto l’aspetto chimico.

Data la diffusione del fenomeno c’è chi ha pensato di raccogliere le testimonianze di quelle esperienze, così da raccontarle attraverso gli occhi di chi partecipa e i pensieri di chi non riesce più a farne a meno. Esiste un libro che raccoglie queste testimonianze, ed è in italiano.

Feste per soli uomini piene di droga e peni ovunque. Ti interessa il Chemsex?
Clicca sulla copertina per vedere il libro direttamente su Amazon

La speranza un giorno è quella di riuscire a realizzare eventi simili ma senza usare droghe o alcool. Partecipare coscienti della libertà che si ha, scrollandosi da dosso ogni paura o inibizione. Vedere peni ovunque e sorridere sapendo che non è la metanfetamina che sta salendo ma l’adrenalina e la dopamina prodotte naturalmente dal nostro corpo. A fiumi proprio.

Così al posto di Chemsex, potremmo coniare il termine semplice CHESEX.

ha donato in beneficenza, sino ad ora

121,79

grazie alle vostre Condivisioni

❤︎