Sembra incredibile ma in tempi di Pandemia, quando il virus sembra aver mollato leggermente la presa, un problema sorto nella mente di molti è la possibilità o meno di andare in discoteca, o perlomeno il locali dove sia possibile ballare.

Una Pandemia impone una regola uguale per tutti: il distanziamento sociale. Dato che il nemico è un virus, evitare di contagiarsi è fondamentale per combatterlo.

Anche se all’inizio in molti erano preoccupati alla vista dei morti in tv, quando il coronavirus ha deciso di indebolirsi, la morte non preoccupa più, a destare pensieri è il possibile mortorio a cui andare incontro la sera.

Ma in fondo siamo umani no? Dipendiamo dalle piccole cose e spesso anche dai piccoli pensieri.

Lo studio Production Club ha pensato a un’idea per rendere le serate in discoteca sicure nonostante la pandemia

Dove molti hanno pensato di limitare l’ingresso in discoteca e vietare addirittura di ballare (che senso avrebbe?), o altri hanno addirittura pensato a una discoteca dove entrare (e restare per tutta la sera) direttamente in macchina, meglio conosciuto come Drive In-Rave, c’è chi ha osato immaginando qualcosa di futuristico: un casco da indossare in discoteca.

Il progetto si chiama Micrashell.

L’idea non è proprio da scartare. Questo casco, che è ancora un progetto che aspetta di essere realizzato materialmente, oltre che a darti la possibilità di avvicinarti a chiunque in tutta sicurezza, ha una serie di gadget niente male.

All’interno della capsula che avvolge la testa, completamente trasparente per una visione a 360°, ha due altoparlanti per una resa dell’audio piena e corposa. La respirazione è sicura in quanto sono presenti filtri alle prese d’aria della maschera.

Assieme al casco vengono forniti anche dei guanti lunghi che avvolgono tutto il braccio dove puoi riporre il telefono e rispondere in tutta sicurezza, senza togliere il casco. Interazione massima e in massima sicurezza con la tecnologia quindi.

Questi caschi sembrano essere un’idea partorita direttamente dai Daft Punk, eppure una roba simile sarebbe perfetta anche per un concerto in piazza, così da realizzare finalmente anche sul lato pratico il connubio “Toto Cutugno e Daft Punk” di cui vi avevo già parlato.

Fonte: Micrashell

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.