Se vi chiedete quale sia una delle cene più bizzarre della storia, non posso che rispondervi quella dove uno chef ha servito ai propri commensali i propri genitali conditi con prezzemolo e funghi champignon.

Non è una storia in stile Hannibal Lecter, non c’è nulla di illegale o ingannevole, tutto quello che state per leggere è avvenuto in modo graduale e sopratutto legale. L’artista in questione si chiama Mao Sugiyama, ai tempi della performance aveva 22 anni e aveva subito da circa due mesi un’operazione per l’asportazione dei genitali in linea col suo pensiero di voler essere un essere asessuato.

Ci ha dato letteralmente un taglio sincerandosi di chiedere ai chirurghi di conservare le parti rimosse affinché potesse portarsele a casa, un po come si fa quando si va al ristorante, quello che rimane si porta a casa.



Dopo l’operazione ha conservato per circa 2 mesi i suoi genitali nel congelatore, come fossero due pezzi di carne qualsiasi. Di fatto, pensando a chi sia in realtà un uomo in confronto a un’animale, fuori da ogni etica ci sarebbe da pensare che siamo carne in egual modo, quindi perché non conservarci nei medesimi modi (se destinati al consumo).

Mao Sugiyama ha offerto i suoi genitali per cena. La quota minima di partecipazione era di 250 dollari. Hanno partecipato in tutto 5 persone.

Cucina i suoi genitali dopo averli asportati con un'operazione. Mao Sugiyama e la cena più assurda di sempre
Mao Sugiyama e affianco il suo pene mentre viene affettato prima di essere servito

In realtà hanno pagato in sei, solo che alla fine un cliente ha lasciato perdere. Magari aveva paura che dopo la cena gli offrissero anche un cocktail preparato secondo le ricette a base di sperma.

L’artista, come promesso, ha cucinato i suoi genitali di fronte al suo pubblico curioso. Il ristorante durante l’evento è stato invaso da curiosi che volevano assistere a quello che si preannunciava uno spettacolo raccapricciante, ma legale. Si perché nonostante alcuni avessero avvertito la polizia di quanto stesse accadendo, quest’ultima ha risposto che non c’era nulla di illegale in quanto il cannibalismo è praticamente permesso, purché ci sia la volontà da parte della “persona mangiata”. I genitali di Sugiyama erano stati sottoposti anche a test che ne certificassero l’assenza di malattie o altro. Belli, sani e nutrienti insomma.

Cucina i suoi genitali dopo averli asportati con un'operazione. Mao Sugiyama e la cena più assurda di sempre
Lo chef spiega la preparazione dei genitali ai presenti che stanno per assaggiare

La cena avvenne il 13 maggio e se pensate che alcune cose siano praticamente immangiabile e facile sospettare quanto i gusti siano limitati al territorio di appartenenza. Non che in Giappone siano pazzi per i genitali umani, visitando però il museo del disgusto si può facilmente capire quanto sia una questione di territorio e appartenenza.

Cucina i suoi genitali dopo averli asportati con un'operazione. Mao Sugiyama e la cena più assurda di sempre
Il piatto finito e pronto per essere mangiato.

Fonte: artsandculture.google.com

Ultimo aggiornamento: 25 Luglio 2022