Come ogni azienda che si rispetti, anche Facebook tende a soddisfare le richieste dei suoi clienti. Per questo, visto il periodo fortemente negazionista, ha introdotto un nuovo pulsante: non ci credo.

Se fino ad ora l’abitudine era quella di essere ignorante in quanto si ignorava, di fronte a un problema che non puoi ignorare la logica ti dice che non puoi restare ignorante, bisogna fare un passo avanti, negare ciò che non puoi più ignorare, da qui nasce il negazionista

Il social network ha notato che una buona percentuale degli utenti commenta i contenuti senza neanche leggerli o guardarli fino in fondo. Facebook è partito come un social per connetterti con le persone lontane e con gli anni ha capito che vende di più l’idea di sconnettersi dalle persone vicine e lontane, coccolando le idee degli utenti, ovunque vadano, almeno fino al punto in cui la maggioranza non detta un’altra regola.

Per questo motivo, vista la forte ascesa di negazionisti, ha risparmiato loro di esporsi nei classici commenti, dandogli la possibilità concreta di esprimere il “non ci credo” nel migliore dei modi.

Si potrà usare il pulsante per tutto. Se viene a mancare un parente, un’amico o un conoscente basterà premere il pulsante non ci credo per riportarlo in vita ad esempio.

Hai posteggiato l’auto in divieto di sosta? Nessun problema, basterà fare una foto all’auto, postarla su Facebook e chiedere a un tuo contatto negazionista di esprimersi. Se prenderai almeno un non ci credo alla tua foto, potrai annullare la multa senza problemi.

Anche la pagina “Cicogne in cerca di verità” ha espresso il suo entusiasmo per l’arrivo del nuovo pulsante:

<< Sono anni che tutti credono che i bambini nascano da rapporti sessuali e crescano nella pancia della mamma, finalmente chi conosce la verità potrà aprire gli occhi alle menti dormienti. I bambini li portiamo noi, tutto il resto meriterà solo di essere sommerso da milioni di click su non ci credo >>

Il prossimo passo sarà mica riuscire a combattere il Coronavirus semplicemente con un click su non ci credo?

Il pulsante sarà disponibile da Natale 2020, sempre se ci credi.

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.