Polizia cancella foto segnaletica sui social a causa delle troppe prese per il culo

251

Se un giorno vorrete diventare dei delinquenti ricercati, fate un pensierino al vostro look, potrebbe trasformarvi da pericolosi a ridicoli agli occhi altrui.

È ciò che è successo ad un uomo ricercato dalla polizia e per questo pubblicato sui social della stessa. Gli agenti di polizia del Gwent, in Galless, dopo aver pubblicato la foto di un ricercato su Facebook hanno visto arrivare un’ondata di commenti irrefrenabile.

Quasi tutti erano delle battute per ridicolizzare sulla faccia del ricercato e sopratutto sui suoi capelli.

Pensate che hanno ricevuto, prima di decidere di cancellare la foto, ben 84.000 commenti e 14.000 condivisioni, una marea praticamente.

Dato che l’intenzione degli agenti era quella di trovare il fuggitivo e non quella di metterlo alla gogna sui social, la foto è stata cancellata e gli agenti hanno comunque ringraziato per le preziose collaborazioni che sono riusciti ad estrarre dalla marea di commenti.

E il fuggitivo?

Ho pensato a lui e mi sono chiesto cosa vuol dire essere al centro dell’attenzione di una caso del genere. Essere ricercato dalla polizia e al tempo stesso deriso da migliaia di persone. Che situazione di merda.

Ma perché sui social si tende sempre all’umorismo facile e non si disprezza quello fatto da commenti forti e affermazioni al limite dell’offensivo?

I social sanno tirare fuori il peggio dell'uomo in quanto esso può esprimersi senza empatia per il prossimo. Quando non ci si guarda negli occhi vuol dire che si è nella posizione perfetta per prendersi per il culo, alle spalle. Condividi il Tweet

Fonte