L’arte dell’intaglio riesce ad aprire la mente al concetto della bellezza nascosta, così che diventa affascinante guardare una normalissima mela solo perché è stata intagliata e trasformata in altro.

Intagliare frutta o verdura significa decidere di sostituirla al marmo che userebbe uno scultore, mirando allo steso tipo di creatività con la convinzione che non durerà nel tempo. Un artista capace di fare ciò è Valeriano Fatica. Delle sue sculture fatte con le angurie ve ne ho già parlato e questa può essere una buona occasione per rispolverare le sue creazioni.

Oggi vi presento un artista molto più geometrico e meticoloso nelle forme date con l’intaglio. Si chiama Tomoko Sato.

Giapponese, ha affascinato il web con le sue creazioni che sembrano praticamente finte. Il calcolo delle dimensioni, la visione d’insieme e i risultati di Tomoko sono davvero impressionanti. La sua mano sembra una stampante 3d per quanta precisione è capace di mettere in opera.

Le simmetrie realizzate da Tomoko sono qualcosa di davvero arduo da realizzare intagliando la frutta, questo perché il frutto non ha una forma geometrica precisa, bisogna quindi adattarsi alla sua superficie e ai suoi volumi in modo preciso per dare l’illusione che gli intagli “non siano veri”.

Se anche tu vuoi cimentarti nel mondo dell’intaglio della frutta, sappi che oltre alla volontà ci vogliono gli attrezzi giusti. Come questi ad esempio:

Quando credi che solo Dio ha la perfezione nel creare con le mani, assicurati di aver visto tutte le creazioni dell’uomo. Solo così si capisce che fondamentalmente Dio e l’uomo sono la medesima cosa.

Fonte: Chu-Sin.com | Facebook | Instagram | Twitter

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.