Seguimi su Facebook

30 anni fa si parlava di cambiamenti climatici, di disastri in arrivo nel futuro e nessuno ci credeva, anzi, quei pochi che ci credevano venivano presi in buona sostanza come degli allarmisti. Oggi non si sa se stiano morendo, a causa dei cambiamenti climatici, più “allarmisti” o più persone che 30 anni fa si preoccupavano di non preoccuparsi.

L’allarme attuale, preso troppo sottogamba, è l’inquinamento. Tenendo conto di questa tematica l’artista newyorkese Kathleen Ryan ha realizzato dei frutti utilizzando piccoli preziosi, unica peculiarità di questi frutti è l’essere marci.

Una trovata geniale: rendere la frutta marcia un gioiello.

Il concetto è davvero forte e ben illustrato. Questi frutti marci, visti da una prospettiva pessimistica ma reale, saranno gioielli in futuro, quando la terra dove coltivare la frutta genuina sarà sempre meno disponibile e inquinata. Ci si adatterà in futuro, probabilmente, a mangiare frutta in forma di succhi, spremute, estratti e qualsiasi altra forma che non preveda il vedere il frutto per intero.

I frutti di Kathleen Ryan sono di fatto dei pezzi di polistirolo larghi circa 70 cm, tagliati e sagomati in modo da sembrare un frutto. Una volta ottenuta la forma sono stati ricoperti di piccole perline di svariati colori, perfette per formare delle aree di “marcio” sulla frutta.

In futuro mangeremo con gusto ciò che in passato ci avrebbe fatto passare la voglia di mangiare Condividi il Tweet

Fonte: Web