“Facciamo finta di essere leghisti”, il gruppo Facebook utile a ridere per non piangere

366

La situazione politica in Italia è da sempre piena di perle che lasciano sgomenti. Non è una questione di destra o sinistra, ma di movimenti e partiti che pur di assicurarsi un voto affiancano la propria immagine a ideali, iniziative e persone che non hanno un senso chiaro e comprensibile.

Parto da subito col dire che non è solo la destra a donare alcune perle memorabili, negli anni anche la sinistra e il centro hanno saputo dare il meglio di se in tema di trash ed oggi continuano a farlo anche se con un’alternanza poco dinamica.

Un fatto innegabile è che il sovranismo sta dando spazio a persone abituate a pensare che per conoscere la verità basti fidarsi delle vignette con scritto “questa è la verità”, stimolate in modo eccitante dal condividere contenuti che vanno “condivisi prima che li censurino”, abituate a non avere un’idea propria e consce della solitudine che potrebbe significarne averne una (qualora non sia accettata dalla collettività) adottano idee e slogan del loro leader politico, fidandosi sulla parola della parola di cui non riescono a vedere più il motivo per non fidarsi.

Quello che esce da queste persone è un brodo primordiale fatto di odio, egoismo, ignoranza e pericolosi slogan e credenze condivise come fossero verità assolute.

A vedere la situazione attuale in rete viene lo sgomento, a sapere che queste persone sono talmente tante da formare veri e propri movimenti (che seguono il leader politico di turno) lo sgomento si trasforma in lacrime amare.

Per fare in modo di “ridere per non piangere”, la pagina parodia Mateo Slavini ha dato vita a un gruppo originale:

Il gruppo in cui facciamo finta di essere leghisti

In pratica in questo gruppo si condividono post veri di leghisti, sovranisti e simili, commentandoli come se fossi uno di “loro”. Niente insulti, niente violenza, solo parodie su parodie.

Il bello è che puoi commentare usando il linguaggio adatto al gruppo. Per fare un esempio una frase del tipo “Sono Comunisti” si trasforma in “Zekke Rosse Maledtt”. Italiano storpiato, K d’ordinanza al posto delle C e parole tagliate.

Una vignetta presa direttamente dal gruppo “Facciamo finta di essere leghisti”

Se vi fa troppo male leggere post in rete pieni di odio, ignoranza e razzismo gratuito, provate a entrare in questo gruppo parodia e applicare la regola del “ridere per non piangere”.

È vero che non bisogna fare di tutta l’erba un fascio, ma quando il fascio sembra aver usato l’erba sbagliata ogni azione fatta con serietà e coscienza va in fumo.

Link Facebook: https://www.facebook.com/groups/1265541060322629