Attenzione: ciò che segue è scritto con spirito di informazione e confronto. Alcune tecniche risultano illegali e immorali (come spargere fake news), questo non toglie che è tuo diritto conoscerle. Ogni eventuale uso delle tecniche descritte è da ritenersi solo sotto responsabilità di chi le attua.

Oggi ti spiegherò come sfruttare a tuo favore i negazionisti, ovvero coloro che hanno un NO per ogni cosa a cui la massa dice SI, meno che sui piaceri.

Sono un movimento di persone davvero ampio nel mondo e come ogni gruppo di persone esistente possono rappresentare a livello commerciale un vero e proprio target di riferimento per eventuali guadagni.

Come si guadagna sfruttando i negazionisti?

Semplice: assecondandoli e allo stesso momento perculandoli con professionalità.

Prima di spiegarti in modo pratico come guadagnare con un negazionista, tieni bene a mente questi punti su cui si baserà la strategia:

  1. Un negazionista non ama la verità riconosciuta dalla collettività, ma la sua verità.
  2. Il negazionismo è un ottimo modo di chiamare chi ha scelto di essere ignorante con fierezza.
  3. Il negazionista mette in dubbio tutto tranne che se stesso. La verità non deriva dalle prove raccolte, dall’affidabilità delle fonti o dai racconti dei sopravvissuti bensì dalla propria capacità di accettarla o no. Se qualcosa accarezza le teorie di un negaziosita, esso si sentirà in diritto di crederci, diversamente no.
  4. Il negazionista, in molti casi, accetta con ottimo umore eventuali complotti che accompagnino la sua nuova teoria. Accennare a qualcuno che vuole decidere al suo posto, o peggio, vuole la sua sottomissione, è il massimo dell’attrazione per lui.
  5. Il negazionista, spesso, condivide senza verificare il contenuto del link.

Ok, ma in pratica come faccio a guadagnare soldi reali?

Puoi farlo velocemente sfruttando la rete. Per prima cosa puoi creare un blog gratuito e all’interno usare del materiale già presente in rete attraverso la funzione “incorpora video” che ti farà inserire, ad esempio, un video di Youtube all’interno di un articolo.

Una volta creato il blog guadagnerai ad esempio sfruttando i circuiti pubblicitari che ti pagano fondamentalmente per i click sulle pubblicità o, in alcuni casi, per le volte in cui gli annunci sono visti.

Ecco come si guadagna online sfruttando negazionisti e ignoranti in generale

Opzione 1: riciclare del materiale già presente in rete creando un blog

Se hai un blog puoi creare dei nuovi contenuti riciclando qualcosa di già esistente. Se ad esempio trovi su Youtube un video chiamato “Il prof. Gnagna spiega perchè la mascherina è inutile”, puoi creare un post e titolarlo “La mascherina è inutile, lo dice la scienza. Ecco l’intervista al prof. Gnagna”. Come vedi hai solo invertito il titolo creandone uno che rispetta a pieno la tecnica del clickbait, molto usata con questo target di persone.

Il contenuto, una volta lanciato sui social, viaggerà per la rete grazie alla voglia dei negazionisti di aver ragione, sarà solo così che sveglieranno quel senso di condivisione forzata che ti porterà nei meandri delle bacheche social altrui.

Più visite riceverai, più guadagnerai.

Alcuni utili consigli sulla creazione del blog:

  1. Usa un nome accattivante che faccia riferimento sempre alla verità. Un negazionista accusato di dar retta a fandonie, ama leggere contenuti da siti che al contrario si proclamano fonti di verità. Un altro concetto vincente è quello del “risveglio”. Fai capire che chi legge il tuo sito è sveglio, gli altri dormono. I negazionisti amano questa roba
  2. Usa grafiche e colori accattivanti e con netti contrasti
  3. Nei titoli aggiungi parentesi con scritte sensazionali, come ad esempio: “Esclusivo”, “Incredibile”, “È successo davvero”
  4. Un must che è sempre un evergreen è l’uso di formule del tipo “Condividi prima che lo censurino”, oppure un “fai girare”
Ecco come si guadagna online sfruttando negazionisti e ignoranti in generale
Se vuoi approfondire su come si costruisca un blog professionale, ti consiglio questa lettura.
Ecco come si guadagna online sfruttando negazionisti e ignoranti in generale

Opzione 2: Crea un canale Youtube

Il mercato delle pubblicità non guarda in faccia a nessuno, l’unica cosa che conta è avere un pubblico di riferimento. Devi riuscire quindi a creare un network di persone che ti segua sempre, ad ogni aggiornamento. Il metodo più veloce (in questo specifico caso) è la crezione di un canale Youtube.

Una volta superati un certo numero di iscritti e visualizzazioni, il tuo canale può essere monetizzato, comincerai quindi a guadagnare soldi veri.

Trovare il materiale da postare non è difficile: cerca tutto il materiale che un negazionista vorrebbe vedere. Non importa la qualità, la credibilità o l’affidabilità (ricorda che per un negazionista la verità sta nella sua tasca non in quella altrui), l’importante è che il video assecondi le sue convinzioni.

Ecco come si guadagna online sfruttando negazionisti e ignoranti in generale
Ecco un’ottima lettura per capire meglio il funzionamento dei guadagni attraverso un canale Youtube
Ecco come si guadagna online sfruttando negazionisti e ignoranti in generale

Oltre al furto di video (che è illegale) puoi rendere un vero e proprio servizio alla comunità negazionista cercando dei video esteri e traducendoli così che risultino comprensibili al target italiano. La validità della traduzione vale, fondamentalmente, quanto la validità del contenuto.

Opzione 3: Crea un canale Telegram

Anche se non è celebre quanto Whatsapp, Telegram ultimamente sta spopolando tra gli smartphone di tutto il mondo.

Forse non tutti sanno che con Telegram si guadagnano soldi, il funzionamento è semplice. Basta creare un network di persone, nel caso di Telegram attraverso l’uso dei canali, e vendere la visibilità dei contenuti.

Se vi capita di frequentare dei canali Telegram celebri noterete ogni tanto delle pubblicità di altri canali, sappiate che sono a pagamento e il sistema per accedervi non esiste all’infuori dell’accordo diretto tra proprietario del canale e la persona che vuole pubblicizzare. Non esiste quindi un sistema per fare pubblicità su Telegram all’infuori dell’accordo di persona.

I canali più grandi possono guadagnare anche 50€ per un annuncio pubblicato per poche ore.

È elementare quindi che la creazione di un canale dedicato al negazionismo, pubblicizzato con i giusti mezzi, possa diventare uno strumento di guadagno una volta raggiunti risultati in termini di numero utenti, importanti.

Ecco come si guadagna online sfruttando negazionisti e ignoranti in generale
Vuoi conoscere i trucchi su come usare al massimo Telegram? Ecco una lettura perfetta per te.
Ecco come si guadagna online sfruttando negazionisti e ignoranti in generale

Se vuoi scoprire come promuovere un canale Telegram, ne parlo qui.

Arrivato a questo punto spero tu abbia compreso pienamente il senso di questo contenuto che mira a mostrarti come anche l’ignoranza sia fonte di guadagno per i malintenzionati.

I metodi descritti, come anticipato, sono in parte illegali poiché comprendono la creazione di fake news e la loro condivisione. Rifletti sempre sul fatto che il commercio ha un’anima che per natura è insensibile. Quando pensi di essere contro il sistema, rifiutandone le regole e annunciandolo su un social, fiero di non sentirtene parte, tieni conto che ti stai ribellando attraverso uno smartphone, brandendo leggi e casi che probabilmente nemmeno comprendi a pieno.

Un caso abbastanza conosciuto sono coloro che prendono la legge contro chi indossa una maschera in pubblico e la paragonano ad un’emergenza sanitaria. Se quella legge fosse usata in questo modo, ad esempio, le sfilate di carnevale sarebbero illegali.

Usare il cervello è gratuito, far usare il tuo cervello ad altri invece arricchisce le tasche altrui.

Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2021