Oggi ti spiegherò come sfruttare a tuo favore il movimento dei “No Mask”, ovvero coloro che negano l’esistenza del virus o la sua pericolosità e scelgono di non portare la mascherina.

Sono un movimento di persone davvero ampio nel mondo e come ogni gruppo di persone esistente possono rappresentare a livello commerciale un vero e proprio target di riferimento per eventuali guadagni.

Attenzione: ciò che segue è scritto a scopo provocatorio e con spirito di informazione e confronto. Alcune tecniche risultano illegali, questo non toglie che è tuo diritto conoscerle. Ogni eventuale uso delle tecniche descritte è da ritenersi solo sotto responsabilità di chi le attua.

Vi ricordo che indossare la mascherina è un obbligo morale e di legge. Io la indosso, sempre.

Come si guadagna sfruttando chi non vuole indossare la mascherina?

Semplice: assecondandolo e allo stesso momento perculandolo con professionalità.

Prima di spiegarti in modo pratico come guadagnare con un no mask, tieni bene a mente questi punti su cui si baserà la strategia:

  1. Un negazionista non ama la verità riconosciuta dalla collettività, ma la sua verità. Il negazionismo è un ottimo modo di chiamare chi ha scelto di essere ignorante con fierezza.
  2. Il negazionista mette in dubbio tutto tranne che se stesso. La verità non deriva dalle prove raccolte, dall’affidabilità delle fonti o dai racconti dei sopravvissuti bensì dalla propria capacità di accettarla o no. Se qualcosa accarezza le teorie di un negaziosita, esso si sentirà in diritto di crederci, diversamente no.
  3. Il negazionista, in molti casi, accetta con ottimo umore eventuali complotti che accompagnino la sua nuova teoria. Accennare a qualcuno che vuole decidere al suo posto, o peggio, vuole la sua sottomissione, è il massimo dell’attrazione per lui.
  4. Il negazionista, spesso, condivide senza verificare il contenuto del link.

Ok, ma in pratica come faccio a guadagnare soldi reali?

Puoi farlo velocemente sfruttando la rete. Per prima cosa puoi creare un blog gratuito e all’interno usare del materiale già presente in rete attraverso la funzione “incorpora video” che ti farà inserire, ad esempio, un video di Youtube all’interno di un articolo. Una volta creato il blog guadagnerai ad esempio con Adsense (che però punisce le fake news), o con tutte le alternative esistenti che ti pagano fondamentalmente per i click sulle pubblicità o, in alcuni casi, per le volte in cui gli annunci sono visti.

Opzione 1: riciclare del materiale già presente in rete creando un blog

Se hai un blog puoi creare dei nuovi contenuti riciclando qualcosa di già esistente. Se ad esempio trovi su Youtube un video chiamato “Il prof. Gnagna spiega perchè la mascherina è inutile”, puoi creare un post e titolarlo “La mascherina è inutile, lo dice la scienza. Ecco l’intervista al prof. Gnagna”. Come vedi hai solo invertito il titolo creandone uno che rispetta a pieno la tecnica del clickbait, molto usata con questo target di persone.

Il contenuto, una volta lanciato sui social, viaggerà per la rete grazie alla voglia dei negazionisti di aver ragione, sarà solo così che sveglieranno quel senso di condivisione forzata che ti porterà nei meandri delle bacheche social altrui.

Più visite riceverai, più guadagnerai.

Alcuni utili consigli sulla creazione del blog:

  1. Usa un nome accattivante che faccia riferimento sempre alla verità. Un negazionista accusato di dar retta a fandonie, ama leggere contenuti da siti che al contrario si proclamano fonti di verità. Un altro concetto vincente è quello del “risveglio”. Fai capire che chi legge il tuo sito è sveglio, gli altri dormono. I negazionisti amano questa roba
  2. Usa grafiche e colori accattivanti e con netti contrasti
  3. Nei titoli aggiungi parentesi con scritte sensazionali, come ad esempio: “Esclusivo”, “Incredibile”, “È successo davvero”
  4. Un must che è sempre un evergreen è l’uso di formule del tipo “Condividi prima che lo censurino”, oppure un “fai girare”
Se vuoi approfondire su come si costruisca un blog professionale, ti consiglio questa lettura.

Continua nella pagina successiva

1
2
3
4
Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.