La questione dell’intelligenza artificiale è una delle più spinose del nuovo millennio. Partita come una rivoluzione copernicana, ad oggi si sta rivelando (a livello commerciale) più una strada per sostituire l’uomo nelle operazioni più semplici, niente di più. Fino ad ora sappiamo che con l’intelligenza artificiale puoi ricavare un volto partendo da una voce, parlare con Padre Pio, sapere che aspetto avresti avuto nella storia o addirittura ottenere il nudo di una persona partendo da una foto dove è vestita.

Oggi mi sono chiesto come reagisce l’intelligenza artificiale di fronte al guru delle scoperte dell’uomo: il sesso.

Per questo ho chiesto a uno strumento che sfrutta l’intelligenza artificiale di disegnarmi soggetti a sfondo erotico o addirittura blasfemo, così da capire se stiamo sviluppando un’intelligenza indipendente dai nostri limiti o meno.

Lo strumento che ho scelto per il mio piccolo esperimento si chiama Scribblediffusion.com. In pratica su questo sito, gratuitamente, potete disegnare uno schizzo a matita e chiedere all’intelligenza artificiale di completare e migliorare il disegno.

A sostegno del tutto potete inserire anche una piccola descrizione di ciò che state immaginando così che l’intelligenza possa avere materiale utile per darvi come risposta l’immagine perfetta. Fin qui tutto bene. Se si prova a disegnare un pasticciotto leccese e gli si chiede di completarlo, la forma che viene fuori è abbastanza accettabile. Il trucco deve essere nel materiale a disposizione dell’intelligenza artificiale. Si sa infatti che essa scandaglia il web in cerca di immagini libere da cui imparare.

Ho chiesto all'intelligenza artificiale di disegnare un pene. Perché non lo fa?

Se fate caso alla miriade di foto pubblicate sui social dalle persone durante delle feste, non vi sembrerà strano sapere che ad oggi l’intelligenza artificiale può generare foto di persone alle feste, nel senso che sia i protagonisti della foto sia la festa è inesistente. Pura invenzione.

Ho chiesto all'intelligenza artificiale di disegnare un pene. Perché non lo fa?

Sulla base di questo mi sono chiesto. Visto il materiale pornografico in giro per il web, cosa succede se chiedo di disegnarmi organi sessuali? Di fatto è bene ricordare che i limiti sono comunque imposti dall’uomo. Da una piccola ricerca è uscito fuori che in realtà esiste già un fumetto pornografico disegnato interamente dall’intelligenza artificiale.

Ho chiesto all'intelligenza artificiale di disegnare un pene. Perché non lo fa?

A questo punto l’esperimento ha una risposta chiara. L’uomo sta provando di fatto a replicare la propria intelligenza includendo anche gli aspetti morali un po stupidi, come quelli di nascondere i capezzoli sui social ad esempio. Potremmo quindi dire che stiamo replicando sia l’intelligenza umana che la stupidità.

Ho chiesto all'intelligenza artificiale di disegnare un pene. Perché non lo fa?

Il problema è capire cosa produrrà non tanto l’intelligenza, ma la stupidità.

Unisciti al canale Telegram o Iscriviti al canale Whatsapp