Ogni volta che pensi che una ragazza guardi solo i muscoli e il portafoglio sappi che non è così, le ragazze guardano il BMW, se non tutte almeno lei, Irina (no poverina).

Navigando nei meandri della rete mi viene segnalato questo video che da subito ha catturato la mia attenzione per la quantità incredibile di ingredienti tra il trash ed il divertente. Massimo rispetto per la Romania e per i suoi abitanti ed un grazie infinito ai due protagonisti che in modo palese, e sicuramente non forbito, invitano noi italiani a rilanciare l’economia partendo dall’abbigliamento (e dall’usare le Fiat per andare a buttare la spazzatura, al massimo).

Fortunatamente ecco arrivare due personaggi di cui mi sono innamorato a prima vista. Irina (no poverina) e Mario dalla Romania. Il video estratto dall’account pubblico su Tik Tok (e ripubblicato diverse volte su Facebook) è un qualcosa che presto diventerà un tormentone di quelli difficili da dimenticare anche dopo anni e anni.

Per rendervi un’idea di quanto potrebbe diventare virale, immagino già che se fra qualche anno nascerà una bambina e i genitori la chiameranno Irina, sicuramente non sarà mai poverina.

Girando tra i video su Tik Tok apprezzo l’ingrediente sincerità e spocchiosità di Mario (sempre che si chiami così). Alcuni ragionamenti sono davvero niente male, come quando difendendosi da chi lo accusa di non avere una cultura, sottolinea come molti italiani sappiano parlare solo il dialetto e nel momento in cui è necessario parlare italiano sembrano arrivare da terre oltre confine. Ottima osservazione.

Quello che però mi auguro alla fine di tutto è che il divertimento che questo video scaturisce non muoia mai o si trasformi in odio razziale, servirebbe davvero a poco.

Solo i poverini d’animo fanno i razzisti, per fortuna Irina no poverina

https://www.facebook.com/eddy.toropazzo.16/videos/1032768847238788

Mi raccomando, se comprate un BMW che sia almeno da 50.000€, altrimenti non vale (anche usato).

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.