Alleato da millenni sia degli uomini che delle donne, il trucco sul viso serve ad abbellire, impreziosire e rendere più affascinante il viso di una persona. Serve, quindi, anche ad ingannare gli occhi che la guardano. Altrimenti perché chiamarlo “trucco”?

Grazie all’intelligenza artificiale (che abbiamo visto all’opera anche nell’articolo sui deep fake nudi) è possibile oggi non solo usarla per scopi che mirano a rendere “più belli”, come quello di applicare il trucco sulla pelle in modo artificiale o rendere la pelle liscia e gli occhi più grandi, così da esser più affascinanti e giovani, l’intelligenza artificiale può essere usata anche per il motivo esattamente opposto, ovvero togliere il trucco dal viso.

Ecco come nasce l’idea di creare MakeApp, un’applicazione che vi aiuterà a fare entrambe le cose: aggiungere il trucco su una foto o togliere quello esistente e farvi vedere la persona in versione acqua e sapone.

Non è destinata a fare un grande successo in quanto è noto che quando un prodotto o un’applicazione sottolinea un’aspetto che solitamente teniamo a nascondere, questa è destinata all’oblio nel dimenticatoio.

Scopri #vogliofareloyoutuber, le mie riflessioni in formato video
Se siamo la società dell'apparenza il motivo è il forte contrasto con tutto ciò che non compiace gli altri Condividi il Tweet

Questa applicazione sembra essere molto usata per togliere il trucco alle star, così da vederne la versione “normale”, ciò non toglie che puoi usarla con qualsiasi altra foto, magari quella della tua amica, così da capire come sarebbe in versione acqua e sapone.

C’è da dire che l’intelligenza artificiale da dei risultati alterni. Delle volte crea una versione senza trucco davvero credibile e molto simile all’originale, altre invece esagera nella tecnica dell’accentuare i difetti del viso creando così immagini che sono non tanto la versione acqua e sapone ma più acqua e fango.

Per scaricare l’app (per IOS) clicca qui

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.