Netflix toglie il mese di prova gratuito in Italia: troppi furbetti?

246

Il colosso dello streaming che negli ultimi anni è diventato un vero e proprio fenomeno, Netflix, ha deciso di “sospendere” il mese di prova gratuito per l’Italia.

Non ci sono stati fino ad ora comunicati ufficiali che spieghino il perché di questo gesto, sembra che però l’Italia sia la prima nazione, assieme ad altre in Europa, a vedersi sfilare via il mese di prova gratuito.

I motivi possono essere tanti, ma a pensarci bene, conoscendo la convinzione di furbizia che invade il nostro amato paese, uno dei motivi potrebbe essere la mancata conversione in abbonamenti. Per avere il mese di prova infatti è necessario registrarsi a Netflix e mettere una carta di credito per il pagamento. Il primo mese è gratis, poi cominci a pagare.

Il sistema quindi è un invito a provare il servizio e si valuta un sistema “vincente” nel momento in cui riesce a “convertire” le prove degli utenti in abbonamenti.

È innegabile che molte persone però hanno preferito fare i furbetti disdicendo l’abbonamento pochi giorni prima della fine del mese di prova e registrando nuovi account a nome di familiari, amici e chi più ne ha più ne metta. In questo modo i furbetti hanno ottenuto mesi gratis e l’azienda ha visto davvero troppi account NON trasformarsi in abbonamento.

Bisognerebbe capire che la furbizia porta sempre a un guadagno a breve termine e non si ferma li, porta anche ad annullare quel guadagno devastando il metodo che lo procura. Insomma, a fare i furbi non si fa tanta strada.

Speriamo nella riattivazione del mese di prova per tutti, così che chi lo ha usato per ciò che è, una gentilezza, possa sapere che anche persone riceveranno, la gentilezza.

Fonte