Non solo il lockdown ha causato danni economici per un ovvio motivo di mancato guadagno, c’è chi al danno ha visto aggiungersi la beffa.

Le misure di contenimento, tra cui la chiusura dei negozi, non sono state messe in atto per un capriccio, bensì per un motivo ovvio: isolare il virus ed evitare contagi.

Nella prima fase dell’emergenza Coronavirus la paura ha preso il sopravvento facendo si che le persone fossero le prime a promuovere motti come “restate a casa”, poi una volta provata la noia di casa e finiti i soldi in banca la paura di ammalarsi è stata coperta da quella di annoiarsi e impoverirsi, nasce così la voglia di riaprire tutto. Una costante ha accompagnato questi due momenti, l’invincibilità del virus.

Nex Nezeum è un utente Facebook che è diventato famoso per aver condiviso le foto di un negozio di articoli in pelle aperto dopo ben 53 giorni di chiusura forzata.

Non si sa molto di lui in quanto dopo la pubblicazione delle foto è stato inondato di commenti e condivisioni e, probabilmente, non ha avuto tempo e modo di rispondere a tutti. Quello che si sa è che la merce nel suo negozio è andata quasi completamente distrutta.

Borse, cinture, portafogli, tutti articoli in pelle che sono stati colpiti dalla muffa fungina, che in 53 giorni è cresciuta su ogni articolo “prendendosi tutto”.

Il negozio si trova in Malesia, almeno questo si sa, e le cause che avrebbero portato al proliferare delle muffe sembrano essere riconducibili a due fattori: l’umidità e la qualità delle pelli (cosa su cui molti utenti hanno ironizzato).

Sembra che il negozio si trovi all’interno di un grande magazzino che, per risparmiare sui costi visti i mancati guadagni portati dalla pandemia, ha spento l’aria condizionata. In questo modo le muffe hanno fatto festa ed i risultati del party si sono ampiamente visti. Questa rimane una supposizione, anche se tra le più plausibili.

Per quanto possa sembrare un disastro, una pelle che tira fuori le muffe e marcisce è quanto di più naturale ci sia.

La natura non sempre ha un senso a favore dell’uomo, sopratutto quando l’uomo la usa senza senso.

Lo sapevi che c’è chi della muffa ne ha fatto una risorsa? Scopri i frutti marci che in realtà sono gioielli.

Fonte: Nex001

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.