Che siano le vacanze di Natale o una serata al mare non importa, quando hai un mazzo di carte in mano hai il potere di stupire.

L’importante è conoscere i trucchi giusti. Proprio du questo passaggio può sorgere un problema. Se hai meno di 30 anni le possibilità che tu conosca quanti più giochi di prestigio semplici con le carte si abbassano vergognosamente, questo perché col tempo si sta perdendo l’abitudine di giocare a carte o intrattenersi senza l’uso della tecnologia.

Quando hai uno smartphone che risponde alle tue esigenze, che bisogno hai di imparare a procurati da solo ciò di cui hai bisogno?

Oggi voglio insegnarti un gioco che mi ha stupito tantissimo nel momento in cui ne sono stato partecipe. Si tratta di illudere la persona (si può anche giocare in più persone contemporaneamente) che hai d’avanti del fatto di detenere poteri mistici in grado di indovinare ciò che gli altri pensano.

Il gioco si chiama Mutus Dedit Nomen Cocis e prende il nome dall’unica cosa che ti è richiesto di imparare bene:

La formula Mutus Dedit Nomen Cocis.

Ecco come realizzarlo. Segui bene le istruzioni e leggile lentamente prima di dire “non ho capito”.

1. Consegna 20 carte ad un’amico e chiedigli di mescolarle e dopo di disporle sul tavolo a coppie. Lasciagli scegliere come formare le coppie se vuole, è indifferente.

2. Chiedi poi al tuo amico di scegliere mentalmente una coppia di carte fra le 10 che ha disposto sul tavolo.

3. Una volta fatto, prendi le carte e riuniscile in un mazzo unico facendo attenzione a non separare le coppie.

4. Poi disponi le carte sul tavolo in 4 file di 5 carte ciascuna.
Quando disponi le carte sul tavolo devi seguire lo schema qui sotto che riprende il nome del gioco MUTUS DEDIT NOMEN COCIS, ecco perché è importante imparare la formula a memoria.

Ci sono 10 lettere diverse e ciascuna lettera compare esattamente due volte in tutto lo schema.

Metti le prime due carte (la prima coppia) sopra le lettere “M”, le seguenti due carte sopra le lettere “O”, le seguenti sopra le lettere “D” e così via fino all’esaurimento del mazzo.
Puoi cambiare l’ordine delle lettere però ogni coppia di carte deve coprire una coppia di lettere uguali.

5. Adesso al tuo amico di dirti in quale riga (o quali righe) appare la coppia da lui scelta. Specifica bene che per riga intendi ciascuna fila orizzontale di carte e che le file sono numerate dall’alto verso il basso.

6. A questo punto sei in grado di indicare le carte della coppia.
Se ad esempio ti risponde “fila 2”, le carte sono quelle che corrispondono alle lettere “D”.
Se invece ti dice “fila 1 e fila 3”, le carte sono quelle che corrispondono alle lettere “M”.

E così via.

Il gioco è di grande effetto se invece di un amico ce ne sono molti e ciascuno di essi sceglie una coppia. Tu sarai in grado di indovinare tutte le coppie scelte, una dopo l’altra.

Se ti è piaciuto questo trucco, sappi che su Amazon ci sono decine di libri con tutti i trucchi con le carte possibili e immaginabili, spiegati passo dopo passo.