Solo a leggere il titolo di questo contenuto in molti avranno pensato “che tristezza la pizza surgelata”. Non fate caso a questo tipo di giudizi, sono le stesse persone che si toccano quando sono da sole per poi giudicare chi va sui siti per adulti e lo dice pubblicamente.

La pizza surgelata è una soluzione veloce, economica e alla portata di tutti per consumare un pasto velocemente e avvicinarsi, non troppo, al gusto di una pizza originale. È vero, una pizza surgelata è imparagonabile in confronto a una pizza fatta dal pizzaiolo, ma fino a che punto.

Tenete sempre conto che ci possono essere diversi fattori che remano a vostro favore nel sentirvi meno “sfigati” a scegliere una pizza surgelata. Il primo è che molte pizzerie ormai usano forni elettrici che sfornano pizze da gustare subito, altrimenti si trasformano in caramelle gommose. Il secondo fattore è che, sempre molte pizzerie, scelgono di non far lievitare bene la pasta risparmiando tempo nella preparazione e regalando una lievitazione direttamente nello stomaco del cliente.

Una pizza surgelata invece ha un vantaggio: è sempre uguale.

Ma come fare ad evitare le due cose più odiose della pizza surgelata, ovvero il fatto che se cotta troppo diventa dura e il pericolo di bruciarla di sopra e lasciarla cruda sotto? Vi basta aggiungere un solo ingrediente: l’olio di oliva.

Dopo anni di vita in solitaria ho notato che aggiungendo un filo d’olio, con movimento circolare, creando una spirale sopra la pizza, questa viene fuori molto più buona.

Personalmente non la lascio nemmeno scongelare una volta tirata fuori dal freezer. Apro la busta, spirale sulla pizza e via dritta in forno.

La figata è che mentre cuoce, l’olio si sparge uniformemente sulla pizza e quando sarete a buon punto della cottura, accendendo la luce del forno potrete notare come tutta la superficie della pizza comincia a “muoversi” bollendo. Il risultato è che eviterete di bruciarla se la tenete troppo in forno e allo stesso tempo, una volta tirata fuori, l’olio che è penetrato nella pasta della pizza la lascia morbida e gradevolissima.

Un trucco è quello di mettere la pizza su un foglio di carta forno direttamente sulla griglia aperta del forno, posizionandola alta e non al di sotto della metà del forno.

Se poi volete dare il tocco d’autore, provate a usare l’olio di semi di Canapa. Ha un sapore forte, è vero, ma associato ad una pizza condita con prosciutto e funghi ad esempio ho notato che, come si dice a Roma, è la morte sua.

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.