Vuoi una curiosità a caso? Clicca qui

Siamo nel 1939 e de ingegneri inglesi provenienti dallo Sheffield presentano quella che sarà un’invenzione di poco successo per l’epoca.

Pubblicità

Un’enorme paletta ad apertura rapida montata sul muso della macchina: la funzione era raccogliere i pedoni investiti.

Ebbene si, nonostante faccia ridere se presentata in questo modo, il cuore dell’idea era proprio questo. In pratica il conducente aveva a disposizione una leva che se azionata apriva, quasi istantaneamente, una mega paletta montata sul fronte della macchina. In questo modo il malcapitato poteva aggrapparsi alla paletta ed evitare in primis di finire sotto la vettura, cosa che probabilmente lo avrebbe aiutato a salvarsi la vita.

Il motivo per cui un’invenzione simile non sia decollata, forse, è facilmente intuibile. Un’incidente accade per disattenzione, se il conducente avesse i riflessi giusti per aprire la paletta in tempo probabilmente li ha anche per evitare che l’incidente avvenga.

Un sistema simile però non sarebbe male se pensato al giorno d’oggi, magari adattato con un airbag esterno alla vettura. Grazie ai sensori elettronici avremmo oggi la tecnologia adatta a un sistema del genere. Probabilmente, come il celebre bastone per selfie inventato negli anni 80, questa invenzione non è nata nel tempo adatto a diventare un successo.

Segui Novabbe.com su Telegram | Facebook | Twitter | Youtube | Instagram