La vera potenza militare è quella che non si trova mai impreparata di fronte a un imprevisto. Vincere una guerra è una questione di strategia e il tempo è parte fondamentale di una strategia vincente. Conoscere il nemico in tempo e prepararsi ad un attacco potrebbe rivelarsi la carta vincente.

Ecco il motivo che ha spinto un gruppo di giovani ufficiali del Pentagono a realizzare un piano per combattere un’apocalisse zombie. È un piano vero, non uno scherzo, ed è stato depositato con il nome Conplan 8888.

Un’apocalisse zombie non è impossibile, ecco perché avere un piano per combatterla sembra una buona idea

All’interno del piano si trovano sezioni che risultano sconcertanti per la serietà con cui sono scritte, queste parti del piano descrivono in dettaglio scenari come “Evil Magic Zombies (EMZ)”, “Space Zombies (SZ)”, “Vegetarian Zombies (VZ)” e “Chicken Zombies ( CZ)”.

Se ci pensate bene in fondo gli zombie potrebbero non essere solo quelle creature putride e deformi che siamo abituati a vedere nei film, cosa cambia ad esempio tra una persona sotto effetto della droga conosciuta come Kokodril e uno zombie “vero”?

Ecco un video che vi fa vedere, di fatto, gli effetti del Krokodil

Il piano del pentagono è molto tecnico e prevede formazioni di difesa per le città o particolari tecniche di combattimento e assalto da usare in caso di un’apocalisse. Non manca il piano finale che potrebbe prevedere il nucleare come soluzione finale.

Nonostante ci siano decine di film e telefilm dedicati alle apocalissi zombie, se vuoi provare un’esperienza indimenticabile e vedere come sarebbe affrontare i morti viventi in prima persona, ti consiglio questo video.

Ma a cosa serve stilare un piano contro un’apocalisse zombie?

Il Coronavirus ha acceso un particolare campanello di allarme in riferimento a quanto si è pronti (in tema di scorte alimentari) ad affrontare un’emergenza che duri più di qualche giorno. Ecco, piani simili servono anche a prevedere questi aspetti di un’apocalisse, sottolineando quelle che sono delle vere e proprie criticità in tema di scorte alimentari. Sembra che, stando ai numeri e alle previsioni, un’apocalisse zombie adesso porterebbe quasi certamente al caos e allo sciacallaggio, quasi come un qualsiasi film hollywoodiano.

Il documento contenente il piano è consultabile online pubblicamente, lo trovi qui.

Fossi in voi ci darei un’occhiata nel tempo libero, sempre che non abbiate una passione per gli zombie tanto da arrivare a sposarne uno di pezza come ha fatto questa donna.

Fonte: openculture.com

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.