Chi ha detto che solo l’uomo sappia essere, in natura, distruttivo senza un motivo. In natura esiste un esempio di killer ingiustificato ed è una delle cose meno temibili al mondo. Non è un animale, non è un fenomeno atmosferico, è un albero: la Pisonia.

Ma come fa un albero ad uccidere un uccello?

La Pisonia è un albero che si trova nelle isole dei Caraibi o in habitat tropicali. Nelle stagioni dell’anno dove milioni di uccelli migrano, i suoi rami sono molto gettonati tra gli stessi volatili. Una passione che costerà la vita a molti di questi uccelli.

A uccidere gli uccelli sono i semi dell’albero di Pisonia che, avvolti da una resina, si attaccano alle piume degli uccelli in maniera invasiva arrivando persino al punto di impedirgli di volare.

Hai Telegram? Unisciti!

Unisciti al canale Telegram @novabbe per ricevere i contenuti prima di tutti, partecipare ai sondaggi, commentare e interagire con gli altri.

Segui Novabbe.com anche su:

Un seme di Pisonia

Quando gli scienziati hanno provato a studiare il fenomeno si sono da subito dati una spiegazione che sembrava logica. Secondo una prima constatazione, la Pisonia potrebbe usare gli uccelli come mezzo di trasporto dei propri semi così da allargare la famiglia e far si che altri alberi nascano in posti più lontani, magari tra due isole separate dal mare. Questa teoria è stata però smentita dalla brutalità della pianta e dal modo che ha di riempire questi uccelli di semi.

In pratica si comporta come fanno i ragni con le ragnatele. Nel periodo di migrazione degli uccelli avvolge i semi di resina e attende gli uccelli consapevole di intrappolarli presto fra i suoi rami.

Un uccello completamente ricoperti di semi di Pisonia

Un’altra spiegazione a cui si è pensato è il fatto che il corpo degli uccelli, da morti, poteva rappresentare una fonte essenziale di elementi adatti alla fertilizzazione della pianta e alla sua crescita in generale.

Per questo motivo gli scienziati hanno prelevato dei campioni di pianta vicino alle carcasse dei piccoli uccelli alla base della Pisonia, scoprendo che non c’è una differenza sostanziale nelle piante cresciute vicino a una carcassa di uccello e quelle cresciute senza. Sembra che alla pianta convenga di più nutrirsi delle sostanze provenienti dallo sterco degli uccelli e dalle uova cadute dai nidi, eppure continua a uccidere gli uccelli.

Il corpo di un uccello morto ai piedi di un albero di Pisonia

Chissà se un giorno aggiornerò questo contenuto con la spiegazione, ufficiale, del comportamento di questo albero: la Pisonia, il killer di uccelli.

Ogni volta che tu condividi questo contenuto, io dono un centesimo in beneficenza.
Ho creato le CONDIVIZIONI, scopri come funzionano >

Pierpaolo Corso - Novabbe.com