La pistola spara lacrime è una delle invenzioni più concettuali e simpatiche viste fino ad ora. Inventata e costruita da Yi-Fei Chen, una studentessa di design all’accademia di design a Eindhoven (Olanda) proveniente da Taiwan.

La storia per la quale nasce questa stranissima pistola spara lacrime è semplice ed ha come protagonista la disperazione a scuola. Nessuna forma di bullismo, nessun brutto voto, niente di cattivo insomma, anzi il problema per Yi-Fei è stato esattamente il contrario: aver trovato troppi cambiamenti in meglio.

A Taiwan le università sembrano essere molto diverse dall’Olanda, in primis il rapporto che gli studenti hanno con i professori. Le università orientali sembrano seguire una certa etichetta molto rigida in merito al rapporto studente-professore, questo non consente ad esempio un dialogo fluido, la possibilità di fare una domanda dietro l’altra, cose che rendono il rapporto studente-professore quasi un rapporto di amicizia.

pistola spara lacrime

Proprio questa confidenza ha mandato in sbattimento Yi-Fei che ha avuto, all’inizio dell’anno, una vera e propria crisi portata dallo stress del cambiamento. Immaginate voi di passare da un posto dove vi eravate abituati a studiare in un certo modo, comportandovi in classe come foste in un addestramento delle forze armate. Poi, d’un tratto, vi trasferite in un posto dove dovete rivedere completamente il vostro metodo di studio in quanto cambia il rapporto che si può avere con i professori.

Un esempio perfetto per capire lo stress potrebbe essere questo: immaginate di non capire qualcosa e sapere di non aver problemi a chiedere delucidazioni e chiarimenti, ora cosa succede se invece siete abituati a non domandare nulla e a ricercare tutto in modo autonomo? Cosa succede quando avete studiato ore in più dei vostri compagni solo perché non siete abituati a chiedere quando è il momento di farlo?

pistola spara lacrime Yi-Fi Chen
Yi-Fi Chen e la sua pistola spara lacrime

Grazie a questa esperienza YI-Fi Chen ha inventato la prima pistola spara lacrime

Il funzionamento è semplice e bizzarro. La pistola raccoglie le lacrime attraverso un piccolo serbatoio messo sotto l’occhio. Le lacrime vengono poi congelate istantaneamente e sparate ad aria compressa sotto forma di piccole biglie di ghiaccio.

Il concetto è che il male che le procuri ti ritorna addosso, testualmente.

Fonte: lavanguardia.com

Una studentessa disperata ha inventato la pistola spara lacrime. Se piangi, spara