Attualmente, ogni giorno, vengono caricate sul web milioni di foto. Non si può fare una stima esatta del numero in quanto sarebbe impossibile misurare la quantità di selfie e foto caricate da tutti le persone nel mondo. Caricare una foto sul web è oggi un’operazione quotidiana praticamente.

Ma qual’è stata la prima foto caricata sul web?

Ebbene si, non possiamo sapere quale sarà l’ultima foto caricata sul web ne quante ne vengano caricate ogni giorno, ma possiamo sapere con certezza quale fu la prima foto ad essere caricata su un sito web navigabile da browser. La foto è questa:

Loro sono “Les Horribles Cernettes“, una band tutta femminile composta da sole dipendenti del CERN (Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare).

Un giorno, la grafica Michele de Gennaro, stanca di vedere il suo fidanzato sempre impegnato nelle sue ricerche infinite, decise di scrivere e cantargli una canzone di fronte a tutti i colleghi così da attirare simpaticamente la sua attenzione. Scelse il Festival del Cern come occasione per farlo, salì sul palco e cantò quella che dopo sarebbe diventata la prima traccia dell’album delle Les Horribles Cernettes: Collider.

Questo era il testo della canzone:

Ti ho regalato un anello d’oro per dimostrarti il ​​mio amore
Sei andato a metterlo in un circuito stampato
Per riparare una perdita di tensione nel tuo collettore
Colleghi i miei sentimenti al tuo rilevatore
Non passi mai le notti con me
Non esci con gli altri ragazze o
Ami solo il tuo collisore
Il tuo collisore.

Indubbiamente uno dei testi più nerd mai letti fino ad ora. Da quella occasione nacquero le “Les Horribles Cernettes“, band che raccolse il consenso di tutti vista l’originalità dell’idea, esibendosi in diversi paesi del mondo. Ma come mai una loro foto è diventata la prima immagine caricata su un sito web?

Nel 1992, assieme a loro lavorava nel CERN anche un certo Tim Berners-Lee, l’inventore del WWW (World Wide Web). A quei tempi i siti web erano un suo progetto e chiese a Silvana de Gennaro, componente della band, di scannerizzare una foto della band e inviargliela via FTP (il protocollo di trasferimento file via web ancora oggi in uso).

Così, una volta ricevuta la foto, la caricò sul primo sito web che realizzò, senza pensare che quella sarebbe stata la prima di un’infinita serie.

Il gruppo realizzò un album che è ascoltabile anche su Spotify. L’album prende il nome dal primo singolo.

Come si evince dai titoli, i brani sono qualcosa di nerdissimo, basta notare titoli come “Nitrogeno Liquido”, oppure “Tutti i tuoi protoni”…

Esiste anche il video de Les Horribles Cernettes

Quando lavori con passione e spensieratezza, probabilmente stai lavorando su qualcosa di molto più grande di quanto credi.

La storia della prima immagine caricata su internet dovrebbe far riflettere sulla natura di questi strumento che ha cambiato la storia dell’umanità, nato per donare libertà e non per essere l’ennesima prigionia di egocentrismo, ignoranza e chiusura mentale.

Il web è libertà, diversamente è solo una televisione più interattiva.

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.