Se ogni giorno cresci con delle regole, queste diventeranno convinzioni col tempo. Se per ogni giorno della tua vita ti diranno che il dottore fa il tuo bene, qualsiasi cosa ha in mano il dottore diventa per il tuo bene. Questo è fondamentalmente il potere della pubblicità, avviare convinzioni. Per questo è sempre fruttifero dividere, distinguere, etichettare, lo si fa per dare uno sponsor al prodotto che interessa pubblicizzare.

Quando i dottori venivano usati per pubblicizzare sigarette. Ecco le pubblicità vintage
Un dentista promuove la freschezza di una sigaretta.

Tornando al dottore. È impensabile oggi vedere un medico in televisione che promuove un pacchetto di sigarette illustrandone i pseudo benefici, eppure non è che nessuno mai ci abbia provato. Non siamo arrivati a questo livello di coscienza attuale, senza una dose di incoscienza passata.

Eppure dai primi del novecento, arrivando all’inizio degli anni 90, i medici furono usati per promuovere le sigarette.

Quando i dottori venivano usati per pubblicizzare sigarette. Ecco le pubblicità vintage

Se stai pensando che il rapporto tra medici e industria del tabacco fu da subito impostato su un vantaggio equo per entrambi, non è così. All’inizio i messaggi pubblicitari contenuti sulle pubblicità si basavano si su affermazioni fatte da medici, ma completamente travisate nel senso attraverso una presentazione ingannevole.

Quando i dottori venivano usati per pubblicizzare sigarette. Ecco le pubblicità vintage

Se un medico, ad esempio, dichiarava che quella marca di sigarette in questione, la Camel ad esempio, provocava meno mal di gola rispetto alle altre, l’affermazione sulle pubblicità diventava uno slogan del tipo “non fa male alla gola”. Il tutto era accompagnato da illustrazioni rappresentanti sempre i medici, dall’alto delle loro funzioni pratiche, mentre fumavano golosamente delle sigarette. Pensate di avere a disposizione medici di tutti i tipi, contattarne alcuni e chiedere se è possibile fare un’intervista in merito al fumo. Ci si presenta, si regala una stecca delle sigarette che si rappresentano e si chiede: quali sono le vostre sigarette preferite?. Da li si parte coi discorsi personali su gusto e altro, materiale su cui basare poi il futuro materiale pubblicitario. Reinterpretando.

Quando i dottori venivano usati per pubblicizzare sigarette. Ecco le pubblicità vintage

Oggi la situazione è fortunatamente diversa. Alcune pubblicità sono l’esempio perfetto, peccato non vederle sui pacchetti di sigarette qui.

Se non lo sapevi, sembra che anche Whatsapp voglia lanciare un messaggio contro il fumo. Conosci la storia delle emoji contro il fumo?

Quando i dottori venivano usati per pubblicizzare sigarette. Ecco le pubblicità vintage

È comunque lecito pensare che se oggi un dentista dicesse che le sigarette aiutano a mantenere un alito pulito, in molti ci crederebbero. Sostanzialmente è cambiato il modo di promuovere, non il consumatore.

Fonte: flashbak.com

ha donato in beneficenza, sino ad ora

121,79

grazie alle vostre Condivisioni

❤︎