Ti è mai capitato di chiamare tuo figlio o mandargli un messaggio e non ricevere una risposta per molto tempo? Ebbene si, ti ha letteralmente ignorato, aiutato dalla modalità “silenzioso” dello smartphone e sopratutto della possibilità di ignorare chiamate e messaggi. Eppure non è raro che i genitori lascino usare ai figli (in tenera età) uno smartphone solo perché “così possiamo sentirci in caso di emergenza”, ma se a questa emergenza non risponde lo smartphone è diventato uno strumento di vittoria sulle regole per il figlio e un ulteriore scusa per prendersi in giro da solo per il genitore.

Esiste una soluzione, è un’applicazione e si chiama RespondASAP

Ecco l’inventore di ReplyAsap aka RespondAsap assieme al figlio

Inventata proprio da un papà stanco di essere messo da parte (telefonicamente parlando) che senza urlare e minacciare il figlio, o provare ad ingraziarselo, ha deciso di sviluppare da solo un’app in grado di bloccare il telefono del figlio completamente fino a che quest’ultimo non abbia fornito una risposta.

Nick Herbert, il nome del papà, ha creato un’applicazione davvero controversa. Il funzionamento è semplice: quando il numero impostato chiama sul telefono, questo smette di fare qualsiasi cosa e presenta una schermata con la chiamata in arrivo, cominciando con una suoneria che aumenterà il volume gradualmente per ogni secondo che si fa passare prima di rispondere.

Stesso funzionamento per i messaggi. Puoi scrivere un messaggio a tuo figlio attraverso RespondASAP e l’app funzionerà nel medesimo modo, farà vedere il messaggio bloccando tutte le altre attività sullo smartphone e anche in questo caso “obbligherà” tuo figlio a rispondere a causa di una suoneria insistente che nn smetterà fino all’invio della risposta.

RespondAsap è un’applicazione che tocca un nervo scoperto, quello dell’obbedienza e della comprensione dei sentimenti dei figli. È giusto obbligarli a rispondere? Sarà meglio togliere direttamente il telefono al primo sgarro? Come gestire l’ansia quando i figli sono fuori casa?

Fare i genitore è il mestiere più difficile del mondo e anche il più diffuso. Il risultato di un buon lavoro non lo si vede dall’educazione del proprio figlio ma dalla serenità che sia genitori, sia i figli, riescono ad acquisire grazie alla “presenza” dell’altro.

Scarica l’app, è gratuita e disponibile per Android


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.