Non esiste un film capace di sostituire quanto di bizzarro può succedere realmente al mondo. Un esempio lampante è l’immagine di una dolce nonnina che ruba i fiori dalle lapidi degli altri nei cimiteri, per poi metterseli sul viale di casa.

La cleptomania può essere una brutta piaga in una società basata sui consumi e il desiderio. Si ruba di tutto e più si ha la sensazione di non essere visti, più sembra che si sia tentati di rubare oggetti dal costo esiguo. Non è quindi il valore economico ad attirare ma il mero desiderio di quel oggetto, niente di più.

Per trovare la ladra di fiori, in America una ragazza ha usato le Apple AirTag.

Come scoprire chi ruba i fiori al cimitero usando le Apple AirTag. Il caso della nonna americana
Clicca su l’AirTag della Apple per scoprire quanto costa

Il funzionamento delle Apple AirTag è semplicissimo: una volta cariche puoi metterle dove vuoi. Grazie alla localizzazione sempre attiva, sarai in grado di ritrovarle usando una semplice applicazione sullo smartphone. Puoi attaccare un AirTag alle chiavi di casa per non perderle mai, puoi attaccarlo al collare del cane così in caso di fuga saprai ritrovarlo all’istante, oppure puoi semplicemente mettere un AirTag dentro un vaso di fiori e rintracciarlo in caso di furto.

È quello che ha fatto l’autrice di questo Tik Tok che si è presentata a casa della ladra (localizzando i fiori rubati) assieme alla Polizia.

https://www.tiktok.com/@itsbernnnnn/video/7240697041733569834

La nonnina ladra è letteralmente sgomentata dalla scoperta, probabilmente non sapeva nemmeno dell’esistenza di un accessorio del genere. Game Over nonna, adesso potrai sicuramente avere un bel viale, ma stai certa che quando qualcuno lo vedrà penserà a quell’espressione di fronte alla legittima proprietaria dei fiori.