Quali sono le priorità nella tua vita?
Fare in modo che la felicità non sia solo un punto di arrivo, ma uno stile di vita.

Cosa ti rende felice della tua quotidianità e cos’è spesso un motivo di tristi riflessioni?
Una delle cose che mi rende più felice è sicuramente il privilegio di vivere al mare. Passeggiare lungo la costa ogni giorno, respirare aria buona, vedere i cani che corrono a riva …. mi rende felicissima e serena. Vivo ormai in Inghilterra da cinque anni. Non posso negare che qui sia molto diverso (e per certi versi meglio!) rispetto all’Italia. Eppure qualcosa manca. Un motivo di riflessione che, infatti, mi porta tristezza è sapere che molte delle persone che amo non sono qui.

Qual’è un libro che ricorderai per sempre e per quale motivo?
Leggo due o tre libri al mese. Ma se devo sceglierne uno solo, bè … dovrete perdonarmi per la scontatezza. Sono pur sempre una Bolognese! “Jack Frusciante è uscito dal gruppo” di Enrico Brizzi è il libro della mia generazione.

Uscito quando eravamo bambini negli anni ’90. Credo di poterlo definire il “Il giovane Holden” della Bolognesità. Pieno di citazioni musicali, cinematografiche e letterarie, ha sullo sfondo le tipiche vicende di un adolescente, che, di fatto, rispecchiava un pò tutti noi.

La frase che ti rappresenta di più
“Crediamo di vivere, di esser veri, e non siamo che la proiezione, l’ombra delle cose già scritte.” Leonardo Sciascia

5 canzoni che rappresentano qualcosa nella tua vita

“Non avrei mai pensato che fosse così difficile vivere se fino a qualche anno fa mi faceva bene solo ridere … “. Con questo pezzo Livio mi ha dato una bella scossa. Da qui per me è cambiato tutto. 

Il pezzo di audizione al Conservatorio di Bologna. 

Quando penso a lui. 

Scambio scolastico a Brest, nel nord della Francia. Mi ricorda un’influenza pesantissima, il freddo, l’oceano e l’amicia con una ragazza zingara e lo scoprire che “diverso” è bello. 

Qui è nata Comdart …. www.comdart.it

Qual’è il posto nel mondo che ti fa stare bene?
Casa mia a Bologna. Ma l’ho capito andando via. Ironico no?

Qual’è il personaggio del passato che ti ha ispirato di più e perché?
Vittoria. Regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda dal 1837. Una delle prime a imporsi nei confronti di regole ingiuste e illogiche. Forte, ribelle, visionaria, leale, decisa. Una delle mie Regine preferite.

In un giorno nei panni di Dio (o di qualsiasi cosa sia a capo di tutto) quali sarebbero le tue azioni?
Eliminerei il randagismo di cani e gatti. Troverei a ognuno di loro una famiglia. Estirperei le guerre, la fame nel mondo, la violenza e le ingiustizie. Toglierei le automobili, ridurrei l’inquinamento, aumenterei i parchi e gli spazi verdi. Poi si … probabilmente toglierei i Lunedì, metterei qualche Venerdì in più e perchè no … mi gonfierei anche un pò le tette!

Dopo l’esperienza del 2020, contano di più i soldi o la salute? E perché?
Tutti e due. La salute è possibile solo avendo soldi. Non tanti, ma il giusto. Con i soldi si è più tranquilli, si dorme meglio, si mangia meglio, ci si può prendere più cura di se stessi. Dire che i soldi non contano è ipocrisia. Ecco … tornando alla domanda su cosa farei se fossi Dio, forse darei un pò più di soldi a tutti.

Contatta Selene Luna Grandi su Facebook