Ci sono modi di eccitarsi che esistono da sempre e sconvolgono l’opinione pubblica solo una volta conosciute a tutti, una di queste è il sesso ascellare, ovvero la Mascalagnia.

Chi era abituato all’idea che l’ascella fosse si una parte sensuale del corpo a cui dedicare massimo una leccata, sappia che ad oggi molte persone stanno scoprendo il piacere di donare e di donarsi ad un’ascella bagnata, sostituendola nei casi più estremi ad un altro orifizio ben più celebre nella sua forma bagnata.

Non è una malattia, bensì una forma di pulsione erotica, nulla di strano quindi. Il sesso è prima di tutto una forma di espressione e libertà, delinearlo o additare delle forme sessuale, anche se estreme, significa ammettere di non aver mai goduto in modo libero ma solo in modo standard.

Hai Telegram? Unisciti!

Unisciti al canale Telegram @novabbe per ricevere i contenuti prima di tutti, partecipare ai sondaggi, commentare e interagire con gli altri.

Segui Novabbe.com anche su:

La differenza tra chi crede che realizzare le posizioni di un film porno sia il top del piacere e chi invece si gode la sessualità basandosi sulle proprie emozioni e sensazioni, sta nella capacità di trasformare la parola libertà in… Condividi il Tweet

Il sesso ascellare viene praticato per lo più tra uomo e donna, con la classica forma della penetrazione attraverso il membro maschile, e tra donna e donna dove a penetrare l’ascella ci pensano le dita della partner. Tutto simile insomma, cambiano solo i punti.

Twitter (che è il social che preferisco a livello di comunicazione) si è scatenato sull’argomento portando l’hashtag #sessoascellare in trend topic.

Questi sono i tweet più belli e simpatici che ho selezionato. Godeteveli.

https://twitter.com/CltOff/status/1204895111055904769
https://twitter.com/theDivergent2/status/1205036148235653125
https://twitter.com/DiReddito/status/1205087895209619456
https://twitter.com/dawit_ghebreab/status/1204924863909117953

Ogni volta che tu condividi questo contenuto, io dono un centesimo in beneficenza.
Ho creato le CONDIVIZIONI, scopri come funzionano >

Pierpaolo Corso - Novabbe.com