Hai in programma un bel viaggio in Bulgaria, complimenti per la scelta, bella meta. Nonostante non sia quella preferita da tutti, la Bulgaria ha dei tesori di cui vantarsi coma la città si Sofia, meta che in molti snobbano ma che di fatto è un posto nel mondo dove poter godere del gusto della semplicità.

Ecco un video realizzato da Sabrina Barbante dove poter passeggiare con lei tra le strade di Sofia

Una cosa che potrebbe capitarti però è di entrare in un ristorante, vederlo mezzo vuoto e chiedendo al cameriere un tavolo dove sedersi, vedere il cameriere che comincia a scuotere la testa. Tranquilli, non vi sta cacciando via e non siete arrivati prima di una mega festa con tutti i tavoli prenotati, il cameriere, scuotendo la testa, vi ha praticamente detto di si.

La Bulgaria è uno dei pochi luoghi al mondo dove questo gesto viene praticamente invertito. Si dice di si scuotendo la testa e di no muovendola su e giù.

L’usanza si dice risalga ai tempi dell’impero ottomano e grazie all’affetto dei Bulgari è stata tramandata fino al giorno d’oggi.

La presenza di internet, la possibilità di spostarsi facilmente e sopratutto la perdita di attenzione e rispetto verso le proprie radici potrebbero portare questa usanza a scomparire, la speranza ovviamente è che non scompaia mai.

Il bello di vivere in questo mondo è poter decidere di scoprire cose nuove semplicemente viaggiando. La diversità tra nazioni ci garantisce la ricchezza in quanto non esisterà mai un povero che non possa cambiare la sua vita in meglio spostandosi, geograficamente e culturalmente. Uniformare usi e costumi, con critiche o mancanze di rispetto, significherebbe condannarsi a fare il giro del mondo sentendosi sempre, tristemente, a casa.

Quindi, ricordatevi, se andate in Bulgaria, dite di si scuotendo la testa e di no muovendola su e giù, dovrebbero capirvi al volo ed evitare di incasinarvi con la comunicazione.

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.