Quando si tratta di pubblicità stupire o riuscire ad accendere un sentimento è fondamentale. Il solo messaggio pubblicitario semplice, in stile “questo costa tanto, compratelo” non risulta efficace sul lungo termine. Puoi riuscire a vendere il tuo prodotto in quel momento ma nel tempo sparirai, sia dal mercato che (e sopratutto) dalle mente del consumatore.

Nel 2013 Coca Cola, per conto di un suo marchio chiamato Vitamin Water, realizzò una campagna pubblicitaria davvero simpatica. La nazione interessata era il Canada. La campagna pubbicitaria consisteva nel mettere due parole a caso sotto al tappo della bottiglia così da creare combinazioni casuali.

Essendo il Canada una nazione avente come lingue ufficiali l’inglese e il francese, furono scelte queste due lingue. Una parola, delle due a caso, sarebbe stata inglese l’altra francese. Semplice.

Un giorno una fotografa, Blake Loates, aprì la sua bottiglia di acqua arricchita con vitamine e trovò una scritta sotto al tappo che diceva:

Sei ritardato

Apre bottiglia e legge "sei ritardato" sotto al tappo. Coca Cola e l'idea sfuggita di mano
L’immagine originale postata da Blake

Ciò che era successo era un evidente errore dovuto proprio alla casualità. L’azienda che ha curato il marketing della campagna pubblicitaria non aveva pensato a cosa sarebbe accaduto se alcune parole “pericolose” fosse state messe insieme a caso. Riuscire in questa impresa sarebbe stato quasi impossibile in quanto le parole possono essere offensive a seconda del contesto.

La donna che ha trovato la scritta sotto al tappo, coincidenza vuole, aveva una sorella invalida. Per questo motivo all’inizio fu talmente stranita da parlarne con tutti, sembrava infatti un attacco o un’offesa indirizzata precisamente a lei. Così decise di far causa alla Coca Cola, proprietaria del marchio. Essa si scusò subito dell’avvenimento commentando con queste parole:

“Ci scusiamo sinceramente per aver inavvertitamente offeso qualcuno. Prendiamo molto sul serio ogni preoccupazione dei consumatori. Si tratta di una vera e propria svista nel processo di revisione. L’errore è stato corretto e le parole rimosse da tutta la produzione futura”, ha affermato Shannon Denny, direttore delle comunicazioni del marchio per Coca-Cola Refreshments Canada.

Tutte le confezioni furono ritirate onde evitare che altre persone trovassero quella combinazione. Ad oggi non si sa in quanti abbiano trovato quel tappo, per i collezionisti di oggetti cult deve essere una chicca niente male da possedere.

Fonte: cnbc.com