In questi giorni si parla molto di Telegram e dei canali, pirati, dove si trovano riviste normalmente a pagamento in versione pdf e scaricabili gratuitamente. Non tutti però sanno che, fortunatamente, esiste anche un posto dove puoi scaricare giornali Italiani non proprio recenti.

Sull’argomento pirateria, chi naviga nelle pagine di novabbe.com sa bene come la pensi in merito a questi canali Telegram: troppo facile fare numeri da capogiro mettendo a disposizione materiale pirata. Dietro un giornale c’è lavoro fatto con professionalità (anche se non sempre) e sopratutto ci sono persone che prendono uno stipendi che, indovinate un pò, arriva dalle vendite degli stessi giornali.

Se però non hai intenzione di fare il furbo e vuoi addentrarti in un canale davvero unico nel suo genere, sappi che oggi ne ho scoperto uno fighissimo: Antichi Giornali Italiani.

Questo canale si propone di darti la possibilità di scaricare giornali Italiani che vanno dal 1800 al 1970, ad oggi introvabili se non in reconditi archivi online.

Grazie ad Antichi Giornali Italiani puoi fare un tuffo nella storia del nostro paese davvero interessante. Trovi giornali del tipo:

Il Don Pirlone che era una rivista di satira del 1848 nata a Roma con lo scopo di contrastare l’attività dell’epoca del Papa. Le vignette di Don Pirlone sono vere e proprie opere d’arte.

Per passare a qualcosa di molto più recente, anni 70 per capirci, si trovano anche le avventure di Atomino Vagabondo, che era un personaggio contenuto all’interno dell’allora conosciuti Pioniere. Atomino Vagabondo era un personaggio nato da un’esplosione nucleare che invece di fare “booom” a fatto “flop”. Qui qualche nostalgico potrebbe farsi scappare la lacrima.

Ecco anche Pattuglia un giornale fondato da giovani per i giovani. L’argomento era la liberazione, la libertà e la forza della gioventù per ricostruire e gestire un paese. Un interessante punto di vista storico da confrontare con la situazione attuale. La storia insegna sempre qualcosa.

Il giornale più antico che ho trovato nel canale è il Corriere delle Dame. La data? 1808. È bellissimo scoprire i racconti, lo stile letterario e le prime grafiche dell’epoca. Lettere lette da occhi che oggi non ci sono più e grazie alla rete, e al nobile lavoro di molti volontari, tornano in vita.

Tenete conto che fra queste riviste, si trovano articoli scritti da autori come Silvio Pellico, Carlo Collodi e Giovanni Berchet. Per citarne solo alcuni.

Come spesso accade, questo canale è la dimostrazione che il problema non è mai lo strumento (Telegram) ma il modo in cui lo si usa. Tenetelo sempre a mente.

Link del canale: https://t.me/antichigiornali

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.