Immaginate di star seduti su un’imbarcazione che viaggia lungo un canale in silenzio. Immaginate il leggero fruscio dell’acqua e poco distante il suono di un cavallo che cammina tranquillamente. Se lo state immaginando davvero sappiate che l’imbarcazione dove vi trovate si chiama Trekschuit ed è un’idea nata nei Paesi Bassi molti anni fa, nel 1632 per la precisione.

I Trekschuit sono barche trainate dai cavalli

Ecco le Trekschuit: barche trainate da cavalli

Niente carburante, niente motori o sforzo remi, solo il poderoso tiraggio di un cavallo. Questa idea nasce per un’esigenza di trasporto molto semplice. Nell’attuale Olanda nel 1632 si sperimentò cosa significasse in termini di comodità, tempo ed efficacia, trasportare oggetti e persone sui canali usando i cavalli come motore.

Tenendo conto che i cavalli non dovevano tirare l’intero peso come accade su strada, bensì meno di 1/5, l’idea si rivelò da subito funzionale e conveniente. Il cavallo riusciva a trainare pesi considerevoli con una certa velocità, secondo quando testimoniato proprio dai viaggiatori che si ritrovavano in quell’epoca ad attraversare una parte del paese a una velocità poco più alta della semplice camminata.

I Trekschuit si diffusero in tutta Europa e nel mondo molto velocemente. L’unico limite a questa pratica era il trovare una “pista” carrabile per i cavalli, così che potessero procedere tranquillamente e non imbattersi in argini tortuosi e impervi da superare. La velocità e la comodità del cavallo erano cruciali per questo nuovo metodo di locomozione.

Ecco le Trekschuit: barche trainate da cavalli

In Italia, ad esempio, vennero create le “alzaie”: strade che fiancheggiavano i navigli a Milano e oltre. Trasportare materiale all’interno della cittadina Lombarda diventava sempre più semplice e accessibile.

I Trekschuit rimangono ancora oggi in uso grazie proprio al loro fascino. Permettersi oggi una passeggiata su un canale, trainato solo da un cavallo e nel totale silenzio dev’essere una sensazione talmente di pace da esser sopravvissuta sino ai giorni nostri l’esigenza di viverla.

Ma chi si occupava di trainare le imbarcazioni prima dei cavalli o in mancanza di essi? L’uomo.

Ecco le Trekschuit: barche trainate da cavalli

Nonostante possa sembrare una soluzione disumana, in mancanza di un cavallo (animale che ha un certo costo quindi non accessibile alle tasche di tutti) il traino a mano delle imbarcazioni nei canali era a cura dell’uomo. Il principio era uguale al trasporto con il cavallo, vi era però un netto vantaggio: potersi muovere meglio nei punti in cui il corso d’acqua è affiancato da margini impervi.

Ecco le Trekschuit: barche trainate da cavalli

Fonte: Wikipedia