Dispensano sorrisi, deliziano i palati, accolgono il cliente come fosse un Re e fanno di tutto per farti sentire importante così che tu possa tornare da loro non solo per il gusto dei prodotti ma anche per il gusto di avere un amico a servirti: sono i baristi e i ristoratori in generale.


Il rapporto cliente-ristoratore è un vero e proprio teatrino dove ciascuno porta avanti il proprio amato ruolo. Il ristoratore è servile con una mano mentre con l’altra intasca, mentre il cliente con una mano indica i propri desideri e con l’altra si prepara a sborsare.

A tutti va bene così. Nell’era dove mangiare è un’operazione molto semplice se hai soldi, perché qualcuno dovrebbe spendere qualcosina in più per farlo seduto in un ristorante? Per viziarsi, ovvio.

Nel campo della ristorazione la finzione fa parte del menù.

Lo sappiamo e lo accettiamo, in quanto sentirsi padroni per il tempo concesso a tavola dal proprio portafoglio, ci appaga.



trucchi per baristi e ristoratori per far spendere di più

Ci sono però dei piccoli trucchi messi in opera da baristi e ristoratori davvero efficaci quando si tratta di riuscire a farti spendere di più.

Scopriamone alcuni:

1 – Caramelle, gomme da masticare e altre piccole cose che ti vengono portate insieme al conto, o servite assieme al caffè come nel caso dei biscottini, non sono un omaggio dal bar. È così che i ristoratori cercano di farti sentire in colpa. Con molta probabilità avrai la sensazione di dover compensare questo dono e probabilmente lascerai una mancia più grande o semplicemente tornerai in quel bar la prossima volta.

2 – La gente mangia meno nei ristoranti decorati con specchi. Ciò è dovuto al fatto che quando una persona si vede di lato, aumenta il livello di autocontrollo nel processo di alimentazione. Guardarsi la panza allo specchio non paga mai, meglio una bella parete pitturata.

3- Molti ristoranti usano gli odori per far sentire i visitatori più affamati. Ad esempio, alcuni panifici installano forni speciali con ventilazione minima per far sì che l’aroma dei prodotti appena sfornati raggiunga i potenziali clienti che si trovano fuori dal forno. Il solo odore del prodotto ricorderà il suo sapore e spingerà i clienti all’acquisto.

4 – I camerieri puliscono i tavoli e portano via i piatti usati spesso non solo perchè sono maniaci della pulizia. Devi considerare che i piatti sporchi ricorderanno ai clienti quanto hanno già mangiato e impediranno loro di ordinare qualcos’altro. Quando si dice occhio non vede, cuore non duole.

5 – Sarai molto d’aiuto al ristoratore se entrando nel locale inizi immediatamente a cercare un posto accogliente nell’angolo. Questo perché una persona tende a ordinare di più quando nessuno la vede. I visitatori che scelgono il proprio tavolino tendono ad ordinare più piatti ipercalorici e questo influisce in modo positivo sulle vendite dei dessert.

6 – Anche la situazione viceversa funziona: i ristoratori cercano di avvicinare i clienti all’ingresso o in “bella vista” per creare un’atmosfera di intimità e far sembrare il locale pieno. In particolare, alle persone attraenti viene offerto un posto vicino a una finestra o un posto nel patio per attirare più attenzione e impressionare il più possibile i passanti.

7 – Se ordini la pasta alla carbonara (o un piatto si spaghetti al sugo semplice), il cameriere capirà subito che non sei una persona che frequenta spesso i ristoranti e si renderà conto che non ti piace provare cose nuove. I ristoranti amano includere questi piatti nel loro menu perché sono convenienti e più facili da cucinare, oltre a costare meno.

8 – Quando il cibo viene servito su piccoli piatti, la cosiddetta illusione di Delboeuf inizia a funzionare. Anche se la porzione è relativamente piccola, il cliente del ristorante si sente sazio. Spesso i ristoranti usano il metodo opposto, servendo i piatti principali su piatti grandi. Questo fa sentire il visitatore intuitivamente come se non avesse mangiato abbastanza e lo spinge a ordinare un dessert.

9 – Se chiedi al ristorante di abbassare il volume della musica nel ristorante, soddisferà la tua richiesta solo in un caso su 10. Molto spesso, ti dirà semplicemente che ha fatto ciò che hai chiesto. Questo perché un ambiente rumoroso il giusto è ideale per consumare pasti rumorosamente e senza far caso a chi hai vicino.

10 – Anche i piatti più semplici tendono ad essere decorati al meglio. Aiuta a creare artificialmente estetica e diversità dai piatti che vedi solitamente. La stessa storia vale per i piatti colorati: il cervello umano reagisce attivamente ai colori vivaci perché sono associati ai frutti maturi. Alla fine, ci eccitiamo e mangiamo di più.


Dona 1 centesimo in beneficenza (senza chiedere soldi a nessuno) ogni volta che ne condividi i contenuti su Twitter, Telegram, Whatsapp o Messenger. È il primo sito al mondo a farlo. Dall'unione delle parole "condivisioni" e "donazioni" nascono le CONDIVIZIONI.


Mi definisco un menestrello 2.0: vivo parlando di contenuti che stupiscono, divertono e ispirano. Ho creato e curo Novabbe.com (completamente da solo) per questo. Grazie alla mia idea delle Condivizioni aiuto chi ha più bisogno con l'aiuto di tutti e senza chiedere soldi a nessuno. Amo la curiosità, odio l'ignoranza.