Il caldo di questi giorni sta letteralmente sciogliendo tutto ciò che tocca, persone comprese. A cambiare però non è solo il clima ma anche gli accessori per adattarsi e resistergli. Qual’è la prima immagine che ti viene in mente se ti dico ventilatore?

Probabilmente stai pensando al classico ventilatore a soffitto o quello con la piantana. Bene, sappi che è stato creato un nuovo modello:

Il ventilatore da collo.

Si tratta di una specie di collana con all’interno due piccoli motorini molto potenti in grado di spingere aria dritta sul tuo collo (per la felicità della tua cervicale). Dotato di sistema di sicurezza in grado di evitare che i capelli rimangano incastrati nel ventilatore, questo piccolo accessorio si prospetta come il prossimo gadget ad uso mondiale contro il caldo (altro che inutili ventilatorini da tenere in mano).

Il vantaggio è la vicinanza del flusso d’aria con la pelle: impossibile non goderne.

Hai mai provato il ventilatore da collo? Vento in faccia e nei capelli, a comando

Si ricarica semplicemente con un cavo USB-C, che sarebbe quello attualmente più in uso per gli smartphone di ultima generazione. Dopo ricaricato può durare fino a 9 ore, nei modelli con batteria dai 4 watt in su, e dalle recensioni lette su Amazon sembra che non sia nemmeno pesante o fastidioso da portare.

Trattandosi di aria forzata e non condizionata, la cervicale è salva.

Questo ventilatore da collo è studiato per rinfrescare essenzialmente il viso, la parte alta del collo e sopratutto il cuoio capelluto. L’obbiettivo è quello di dare una sensazione di freschezza al punto più delicato per noi esseri umano, così da ingannare il cervello sul caldo opprimente sul resto del corpo e avere così una sensazione di freschezza azionabile con un pulsante.

Hai mai provato il ventilatore da collo? Vento in faccia e nei capelli, a comando

Unica raccomandazione, non dimenticatelo mentre state prendendo il sole, altrimenti potreste finire nella raccolta fotografica di quelli abbronzati male.

Se poi non avete problemi con il sole e volete fare il pieno di energia sfruttandolo al massimo, sappiate che c’è chi usa il perineo come strumento per arrivare a quest’obbiettivo.

Fonte: Amazon