Se sei un appassionato di birra ti sarà sicuramente capitato di pensare a quanto sarebbe bello se al posto della pipì andassimo in bagno e espellessimo birra, una sorta di realizzazione di un ciclo vitale e continuo.

La birra è una bevanda quasi sacra e la cosa sembra dimostrarsi anche attraverso fenomeni conosciuti solo nel 2020, come la malattia rara denominata

Sindrome da fermentazione della vescica. Quando la vescica trasforma lo zucchero in alcool

Girando tra i casi medici più strani accaduti nel 2020, ho trovato quello che farà sognare tutti i bevitori di questo mondo, poiché seme di pensieri che uniscono magistralmente concetti di sessualità, desiderio, divertimento e lussuria tutto in una sola notizia: la vescica può trasformare gli zuccheri in alcool e comportarsi come fosse una specie di birrificio.


Stupisciti, Divertiti e Ispirati sempre.
Scegli dove seguirmi:


Ma come ci si è accorti di una malattia così strana e sopratutto mai trovata prima?

Una donna di 61 anni è stata operata di trapianto del fegato, dovuto a una condizione di cirrosi molto grave. Una volta finito l’intervento e atteso i dovuti decorsi, i medici sono rimasti sbalorditi quando l’urina della donna risultava piena di alcool. La prima cosa da escludere era il fatto che la donna abbia potuto ingerire alcool. Trovandosi in ospedale, bloccata a letto e da sola, il negare l’assunzione di alcolici da parte della signora è stato credibile.

Stupefatti i medici hanno cominciato ad analizzare le urine scoprendo che la trasformazione non avveniva nel fegato, bensì nella vescica che era abitata da microbi in grado di fermentare gli zuccheri in alcool. Con una condizione di salute simile, giocare a Drinkopoly significa primeggiare praticamente.

Ad amor del vero esiste già una malattia simile, conosciuta come “sindrome della fermentazione intestinale“. Il funzionamento però è diverso in quanto sono i carboidrati ad essere trasformati in alcool. In pratica se hai questa sindrome e mangi un panino, ti ubriachi. Per dare una spiegazione semplice e anche un po semplicista.

Abituati a gioire per i record che il nostro corpo può svelare, dimentichiamo che la natura non conosce solo la positività e la convenienza, così per ogni record o scoperta meravigliosa che collezioniamo, c’è una malattia terribile ed una triste verità pronta per essere svelata.


Se condividi questo contenuto dono 0,01€ ad un'associazione di beneficenza.
Ti invito a scoprire tutto sulle #condivizioni >