i tatuaggi da trip di Yatzil Elizalde

Si chiama Yatzil Elizalde ed è un’artista che dopo aver messo le mani ovunque, nella grafica, nella scultura, nei murales, si è trovata testimone di una bellissima sensazione, quella che provi quando trovi quell’espressione artistica che ti appaga quel qualcosina in più, come il tatuaggio ad esempio.

La sua è una tecnica tanto semplice quanto disarmante e bella. In pratica realizza dei tatuaggi che, in originale, sono anche abbastanza facili da ottenere come disegni in quanto si tratta, perlopiù, di linee sottili e sfumature in spazi ben definiti. Yatzil Elizalde sdoppia, triplica, quadruplica la figura iniziale sovrapponendo le copie.

In questa sovrapposizione c’è poi un secondo lavoro di definizione dell’intensità delle linee, così da dare al disegno finale quel tocco magico. Il concetto preso in considerazione è quello della sfocatura, il bello però e che è indotto da poche figure e poche sfumature nell’area del movimento. Mi spiego meglio. Sono due figure ferme, gelide, definite, affiancate il giusto da capire si che sono separate, ma con quella maledetta tecnica che induce il cervello a volerle unire. Da qui, il mal di testa, partito tutto da un trip.

Ecco Yatzil Elizalde. Se vuoi seguire i suoi lavori, seguila su Instagram.

I tatuaggi di Yatzil Elizalde sono dei trip

Godeteveli tutti d’un colpo. Questi, per me, sono i più belli in assoluto. Per ora.