Le zanzare sono gli insetti senza dubbio più odiati al mondo.

Non si comprende bene il loro ruolo su questo pianeta, ciò che si sa è che se non ci fossero in pochi sentirebbero la loro mancanza.

Piccoli insetti presenti sopratutto durante i mesi estivi e vicino a fonti d’acqua dove possono proliferare, le zanzare sanno lasciare un ricordo indelebile nelle loro vittime, fatto di prurito continuo e un senso di stress immancabile che porta i più ad attrezzarsi di creme e spray repellenti.

Esiste uno studioso di entomologia che ha deciso di realizzare un esperimento teorizzato quasi 50 anni fa. Lo scopo dell’esperimento è quello di inibire il senso di sazietà delle zanzare femmine (in quanto i maschi non tendono a pungere) portandole a saziarsi talmente tanto da “scoppiare letteralmente”.

Lui si chiama Perran Ross e per realizzare l’esperimento ha semplicemente fatto un piccolo intervento chirurgico su ogni singola zanzara interessata. Ha preso un gruppo di zanzare femmine vive, le ha messe in frigo per un’ora così da immobilizzarle (in quanto difficilmente si riesce a fare un’anestesia alla zanzara) e subito dopo ha fatto un’incisione nel cordone nervoso ventrale, inibendo il senso di sazietà.

In questo modo le zanzare bevono molto più sangue di quanto potrebbero, fino a 4 volte il loro peso, così da provocare l’esplosione della sacca situata nell’addome.

Se hai sempre sognato di vedere una zanzara morire di peccato di gola, Perran Ross ha realizzato questo sogno per te e ne ha fatto un video, questo:

Fonte: https://entomologytoday.org/2020/03/19/when-a-mosquito-cant-stop-drinking-blood-the-result-isnt-pretty/

Classe 86, Creativo & Autodidatta. Creatore e autore di novabbe.com, nella vita di tutti i giorni godo di riflessioni continue e curiosità cronica. Amo la libertà, la consapevolezza e la satira.