Immaginare una scena simile sembrerebbe come fantasticare su un film tra il comico e il trash. Immaginate infatti un uomo che viene crocifisso e, riuscitosi a liberare, diventa l’uomo fontana. Detta così sembra davvero la sceneggiatura di una puntata di Grattachecca e Fichetto, di fatto è il riassunto di una storia accaduta davvero.

Il protagonista è un artista conosciuto da tutti come Mortado, l’uomo fontana. Faceva zampillare acqua dalle mani e dai piedi, proprio come una fontana vera.

Di lui non si conosce moltissimo in quanto sono rimaste poche testimonianze della sua performance. Qualche foto, nessun video e diversi manifesti. Si sa che si esibiva al Dreamland Circus Sideshow di Coney Island, niente di più. Questi circhi hanno visto passare sotto i loro teloni diversi artisti rimasti alla storia quasi come ricordi eterei. Un esempio può essere il clown Glurpo, anche se di fatto apparteneva ad un’era più attuale.

L’esibizione di Mortado consisteva nello stupire il pubblico dimostrando di poter trasformare mani e piedi in fontane d’acqua. Per farlo si era fatto fabbricare una sedia su misura per lui dove in corrispondenza dei piedi e delle mani, c’erano dei piccoli tubi pronti a spruzzare acqua. Mortado aveva di fatto mani e piedi bucati, completamente. In questo modo il piccolo tubo entrava di pochi centimetri nel corpo, anzi nella fessura del corpo, e quando spruzzava acqua dava l’impressione che la stessa zampillasse dal buco. Molto horror ma anche molto d’effetto direi.

Sopravvive a una crocifissione e diventa l'uomo fontana. La storia di Mortado
Mortado – L’uomo fontana

Quando non si esibiva, Mortado manteneva aperte le ferite a mani e piedi usando dei tappi di sughero, così che non si chiudessero.

Ma come si era procurato i buchi a mani e piedi?

Le alterazioni fisiche a tempi erano un ottimo modo di attrarre l’attenzione degli imprenditori dell’intrattenimento. Oggi puoi guadagnare molto umiliandoti online, ai tempi si guadagnava altrettanto esponendo fenomeni da baraccone che la gente voleva ammirare per poi raccontare. Non esisteva internet, quindi se vicino alla tua città passava un circo, questo aveva tutta l’attenzione degli abitanti. Fenomeni come Mike, il pollo zombie, o Francesco Lentini, l’uomo con la terza gamba, erano quindi ricercatissimi.

Sopravvive a una crocifissione e diventa l'uomo fontana. La storia di Mortado
Un volantino che promuove lo spettacolo dell’uomo fontana

Tornando a Mortado, come si era procurato i buchi? Fu crocifisso in Africa. Raccontò infatti che dopo essere stato arruolato nell’esercito tedesco (era nato a Berlino) venne spedito in missione in Africa dove venne catturato e fatto prigioniero. La sua punizione fu la crocifissione, cosa che non lo uccise dandogli la possibilità di fuggire dalla morte. Cosa che fece letteralmente, salvandosi e conservando i fori a mani e piedi che avrebbero comunque impiegato molto tempo per cicatrizzarsi.